Ecco che cosa ha imparato il mercato dal 2018

Tre «guru» del mercato dell'arte illustrano il loro punto di vista sulla situazione attuale

Un ritratto di Henry Geldzahler e Christopher Scott di David Hockney, diventato l’autunno scorso  il più caro artista vivente. Questo dipinto, che andrà all’asta a Londra il prossimo 6 marzo, è stimato intorno a 30 milioni di sterline. © 2019 Christie’s Images Ltd
Georgina Adam |

Alla fine del 2018 Georgina Adam, giornalista specializzata nel mercato dell’arte ed editor at large della nostra testata sorella inglese «The Art Newspaper», ha riunito tre importanti figure del mercato dell’arte, per guardare all’anno appena concluso e parlare degli eventi più significativi. Erano Francis Outred, direttore di Christie’s per l’arte del dopoguerra, che aveva appena annunciato che avrebbe lasciato l’azienda subito prima di Natale, dopo dieci anni di servizio (senza pronunciarsi sulla sua prossima mossa); l’influente mercante Thaddaeus Ropac, che ha aperto la sua quinta galleria a Londra nel 2017, aggiungendola a una serie di spazi a Salisburgo e Parigi; e Victoria Siddall, direttrice di tutte e tre le fiere Frieze e sul punto di aggiungerne una quarta a Los Angeles, che verrà inaugurata a febbraio. Le considerazioni dei «saggi» sono accompagnate da osservazioni di
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Georgina Adam