Dimmi in che spiaggia vai e ti dirò chi sei

44 scatti di Massimo Vitali al Forte Belvedere. A Roma il suo Leporello è da Visionarea

«Manarola, 2020, di Massimo Vitali
Arianna Antoniutti |  | Firenze

L’estate scorsa Massimo Vitali ha documentato il ritorno degli italiani ai consueti luoghi di vacanza dopo il lungo lockdown. Così ha preso forma il progetto «Leporello 2020. Nessun paese per vecchi», realizzato in collaborazione con la Galleria Mazzoleni: sedici fotografie che compongono una pubblicazione a fisarmonica, un leporello dell’estate 2020.

Una selezione di sette scatti, tratti dal volume e stampati in grande formato, è ora in mostra, fino al 10 settembre a cura di Gianluca Marziani, presso Visionarea Art Space, che ha prodotto le opere assieme a Mazzoleni.

Sempre a Vitali è dedicata «Pienovuoto», personale curata da Sergio Risaliti e allestita al Forte di Belvedere a Firenze fino al 10 ottobre, promossa dal Comune di Firenze e organizzata dall’associazione MUS.E. Vi si trovano 16 immagini di «Leporello 2020» e 28 grandi formati delle celebri «Beach series».

Per Vitali la spiaggia è da sempre un soggetto privilegiato, un «luogo neutro dal quale studiare la nostra società», dice il fotografo, che qui presenta scogliere e spiagge bianche, pontili e arenili disseminati da placidi bagnanti, spazi che non conservano traccia dell’esperienza pandemica. A chi gli chiede «Ma tu fai sempre fotografie di spiagge?», risponde: «Io continuo a fare solo una foto. La foto di come siamo».

© Riproduzione riservata
Calendario Mostre
Altri articoli di Arianna Antoniutti
Altri articoli in MOSTRE