Design italiano da Christie’s, Phillips e Piasa

A Londra e a Parigi tre aste con il meglio della creatività italiana nel XX secolo

La biblioteca «Figure 4» (2011) di Andrea Branzi, stimata 20-30mila euro. © Piasa
Carla Cerutti |  | Londra

Carlo Mollino, Gio Ponti, Gino Sarfatti e Piero Fornasetti saranno tra i protagonisti dell’asta «Thinking Italian Design» organizzata il 16 ottobre da Christie’s a Londra. Un’ottantina di lotti, altamente selezionati, rappresenteranno il meglio della creatività italiana nel XX secolo, con esemplari unici o, comunque, rari dei più importanti architetti e designer.

Tra questi, un trumeau Architettura del 1951, con il classico decoro a trompe-l’œil di Fornasetti (stima 90-135mila euro) e un raro tavolino da caffè Lattes, eseguito da Giordano Chiesa nel 1955 ca su disegno di Gio Ponti per un committente privato (110-170mila). La vendita include anche una sezione di vetri eccezionali ideati da Tomaso Buzzi, Thomas Stearns e Fulvio Bianconi.

Sempre a Londra, il giorno successivo sarà la volta di un appuntamento da Phillips ricco di esemplari italiani, tra cui numerosi di Ettore Sottsass, come un raro
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Carla Cerutti