David Ruff, storia di un libro d'artista

Una poesia e un'incisone del libro di David Ruff «The Largest Living Bird»
Anna Maria Colombo |

Torino. «Brillante / dolce amoroso / uccello / dei miei pensieri / più notturni. Strada d’estate / tempo di stelle / che cantano / il mio canto».
Sono i versi di una delle sedici poesie che, con tre incisioni, compongono un piccolo libro (8x14 cm, 36 pp.) sino ad oggi inedito dal titolo The Largest Living Bird dell’artista statunitense David Ruff (New York 1925 - Torino 2007).
L’opera, che sarà presentata al Circolo della Stampa di Torino, Corso Stati Uniti 27, il 29 marzo dalle 17 alle 19 da Barbara Lanati, studiosa di Letteratura nordamericana, ha una lunga e insolita vicenda che inizia nel 1955 a San Francisco per concludersi nel 2016 a Torino, città in cui vive Susan Finnel, la moglie dell’artista.

Dopo aver studiato e lavorato per quattro anni a New York con Stanley William Hayter, figura di grande importanza nel settore dell’incisione d’arte del Novecento, David Ruff fondò a San
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Anna Maria Colombo