Dana Lixenberg vince il Deutsche Börse Photography Foundation Prize 2017

Uno scatto della serie "Imperial Courts" di Dana Lixemberg
Chiara Coronelli |

Londra. Ha vinto la fotografia pura, quella classica che si affida al bianco e nero, al grande formato, al racconto. Finalista insieme a Sophie Calle, Awoiska van der Molen e Taiyo Onorato & Nico Krebs, è l’olandese Dana Lixenberg che si aggiudica l’edizione 2017 del Deutsche Börse Photography Foundation Prize per il libro Imperial Courts, pubblicato da Roma nel 2015.
Durante la cerimonia alla Photographers’ Gallery, la direttrice Brett Rogers, membro non votante della giuria composta da Susan Bright, Peter Hugo, Karolina Lewandowska e Anne-Marie Beckmann, ha sottolineato che il lavoro afferma «il potere della fotografia di affrontare temi importanti attraverso l’immagine pura».

La storia comincia nel 1992 quando la Lixenberg arriva a Los Angeles per seguire la rivolta esplosa dopo l’assoluzione dei poliziotti che avevano picchiato il tassista nero Rodney King. Per due decenni
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Chiara Coronelli
Altri articoli in IMPRESE