ARTEFIERA 970x90
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Documenti

Dalla Natività ai Magi nell'arte italiana | 4 gen

Il sogno e l'adorazione dei Magi nell'Abbazia di San Mercuriale

Maestro dei Mesi, Sogno dei Magi e Adorazione dei Magi. Forlì, lunetta del portale dell’Abbazia di San Mercuriale

Di quello alto e scuro di pelle diceva che era un bell’uomo e veniva, veniva dal mare, parlava un’altra lingua, però sapeva amare… La sera, prima di coricarsi accanto al fuoco, sulle cui braci ardevano gambe di locuste e, più di rado, resti di qualche roditore, raccontava storie rocambolesche di donne del suo lontanissimo paese. Gli altri due, che avrebbero solo voluto riposare, ascoltavano in silenzio senza avere il coraggio, per tutta la durata del viaggio, di farsi spiegare cosa mai fosse quella mirra che portava nella sacca, e di cui vantava le proprietà miracolose.

Ostelli lungo la strada erano pochi e quei pochi avevano magari una stanza con un solo letto, o così deve averlo immaginato quello scultore d’inizio Duecento che chiamiamo il «Maestro dei Mesi».

Così, dopo un improbabile check-in, «Hor, Basanater e Karsudan, come si scrivono, scusate? Karsudan con la ‘kappa’ di Kappadocia?». «Quella si scrive con la ‘ci’ di Cirenaica, ma lasci perdere. Scriva: Gaspare, Melchiorre e Baldassarre e ci dia la chiave, che siamo stanchi», senza neanche togliersi la corona, in quelle fortunate notti, dividevano un letto, stretti l’uno all’altro per ripararsi dal freddo (era inverno, e portavano i guanti appesi in vita alla cintura).

Lavorate a tutto tondo, le figure escono da un sarcofago romano per entrare, da quel portale, nell’età moderna, non prima di essersi levate la corona dal capo.

Marco Riccòmini, edizione online, 4 gennaio 2021

©RIPRODUZIONE RISERVATA
GDA ABBONAMENTI 2021 gif CALENDARIO MOSTRE 2021
GDA413GDA413 VERNISSAGEGDA413 GDECONOMIAGDA413 GDMOSTRE
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012