Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Restauro

Da Berlino 200mila foto per riedificare Aleppo

Dopo l’Aga Khan e la Fondazione Kadyrov, anche il Museum für Islamische Kunst sostiene la ricostruzione

La città vecchia di Aleppo. Foto: Ron Van Oers

Berlino. Fino all’inizio della guerra civile siriana, nel 2011, la città vecchia di Aleppo era uno dei luoghi più ricchi di cultura al mondo, patrimonio Unesco dal 1986. Quasi interamente rasa al suolo, la sua ricostruzione prende pian piano forma. La Moschea degli Omayyadi è un simbolo con una valenza politica, oltre che culturale, che fa gola a molti.

Dopo i milioni stanziati dall’Aga Khan e l’aiuto ceceno della Fondazione Kadyrov, anche il Museum für Islamische Kunst di Berlino sostiene la ricostruzione. «Il nostro obiettivo è aiutare gli aleppini a riedificare la città vecchia e fornire all’Unesco la documentazione necessaria», ha dichiarato il direttore del museo Stefan Weber, che ha inviato al World Heritage Center una schedaturara degli edifici del complesso completa di dettagli costruttivi e catalogazione dei danni subiti.

Il database (oltre 200mila foto, disegni e report), compilato dal Syrian Heritage Archive Project dal 2013 ad oggi, è frutto della collaborazione di Gerda-Henkel-Stiftung, Deutsches Archäologisches Institut e Andrew W. Mellon Foundation, vincitori dei Museum & Heritage Awards. La Moschea, insieme ad altri due edifici pilota prescelti dal progetto, è già stata ricostruita virtualmente e sarà presentata in una mostra al Pergamonmuseum. L’auspicata realizzazione pratica sarà il coronamento di una straordinaria collaborazione internazionale.

Francesca Petretto, da Il Giornale dell'Arte numero 393, gennaio 2019


Ricerca


GDA aprile 2019

Vernissage aprile 2019

Il Giornale delle Mostre online aprile 2019

Vedere a ...
Vedere a Milano aprile 2019

Focus on Design

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012