Da Adjaye a Zucchi, le conversazioni sull’architettura di Stefano Bucci

Riunite in volume le interviste con protagonisti internazionali uscite su «La Lettura»

Stefano Bucci
Giorgio Azzoni |

Nobile e antichissima disciplina multiforme che lega cultura e società, tecnica e creatività, «L’architettura ha tante anime». Lo afferma nel titolo il volume di Stefano Bucci che raccoglie e riorganizza trentaquattro conversazioni con protagonisti internazionali dell’architettura contemporanea, scritte per «La Lettura» del «Corriere della Sera».

Diversi per cultura, attitudine e personalità, gli architetti raccontano ispirazioni, visioni, valori, emozioni, inquietudini, delusioni e speranze, proprie e di una disciplina che presuppone l’abitare come tratto fondamentale del vivere. Approcci multiculturali, poetici, sociali e tecnici si alternano ad altri improntati alla sostenibilità o al confronto con il tempo, la storia, la luce e lo spazio. Ecco dunque l’architettura per illuminare «il cuore degli uomini» di Tadao Ando o quella al servizio delle persone meno fortunate di Aravena; la dimensione politica di Boeri e Rogers e quella estetica di Gehry, Libeskind e Hadid; l’impronta culturale di Portoghesi e Purini e quella più artigianale di Canali; il costruire per l’umanità di Keré, la ricerca di senso di Gae Aulenti e delle relazioni di Cucinella; e altro ancora.
L’«Allegoria dell’Architettura» di Andrea e Nino Pisano
Richiamata più volte da Renzo Piano, immaginata nei progetti o vissuta negli edifici, la bellezza pare il vero obiettivo di ogni architettura, talvolta intesa, con Dostoevskij, quale strumento per salvare il mondo. Per alcuni da contemplare, per altri da vivere come forma comunitaria ispiratrice di solidarietà o espressione di diversità, per tutti vera ricchezza prodotta dal pensiero. Quasi raccolta di memorie, il volume testimonia le mutazioni in corso, dalle forme plastiche delle archistar alle collective practice, restituendo un quadro articolato dell’architettura degli ultimi vent’anni. Da Adjaye a Zucchi, Bucci guida l’attenzione del lettore con narrazione lineare e volutamente poco tecnica, integrata da brevi quanto utili quadri biografici.

Il volume verrà presentato in Triennale Milano (8 febbraio, ore 19) e da Atipografia a Arzignano (29 febbraio, ore 19).

L’architettura ha tante anime. Conversazioni,
di Stefano Bucci, 208 pp., Allemandi, Torino 2023, € 30

© Riproduzione riservata La copertina del volume
Altri articoli di Giorgio Azzoni