Così vicini, così Ontani

Stefano Luppi |

Il bolognese Luigi Ontani con la sua poliedrica produzione densa di surreali provocazioni «incontra» Giorgio Morandi, artista che superficialmente tanti hanno giudicato, sbagliando, prima della definitiva consacrazione avvenuta in tutto il mondo negli ultimi dieci anni in particolare, sempre molto simile a se stesso. Ne nasce un dialogo suggestivo, visibile nella mostra «Luigi Ontani incontra Giorgio Morandi. CasaMondo» (catalogo Danilo Montanari Editore) prevista dal 26 giugno al 26 settembre presso la Casa-studio Morandi e ai Fienili del Campiaro, luoghi collocati nel paese dove il pittore bolognese era solito trascorrere le estati. Eleonora Frattarolo, direttore artistico dell’appuntamento, allestisce nella casa delle vacanze morandiane le «Nature extramorte antropomorfe» di Ontani, opere realizzate per l’occasione che contribuiscono, tra l’altro, a restituire la tridimensionalità degli oggetti presenti
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Stefano Luppi