Così in quattro anni siamo diventati un modello di gestione

Antonio Aimi |  | Verbania

Come è rinato il Museo del Paesaggio

Il Museo del Paesaggio di Verbania, fondato nel 1909 a partire dall’idea straordinariamente moderna di coniugare la bellezza dell’arte con quella del Lago Maggiore, nel 2013 era sull’orlo della chiusura, in una situazione di virtuale bancarotta con circa 1.500 visitatori all’anno e quasi 500mila euro di debiti a fronte di un modesto contributo del Comune di Verbania. A tamponare questa situazione di emergenza il Comune di Verbania aveva chiamato Massimo Terzi, allora presidente del Tribunale della città, che nel giro di un anno era riuscito a evitare l’irreparabile.

Dopo quattro anni, lo scorso 25 marzo questo piccolo gioiello ha riaperto i battenti, a conclusione dei lavori di ristrutturazione condotti nella storica sede di Palazzo Viani-Dugnani. Qui si visitano le collezioni permanenti, con alcune tra le più importanti opere di Arturo Martini, Paolo Troubetzkoy,
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Antonio Aimi