Così Brindisi perde il Map?

Massimiliano Cesari |  | Brindisi

Il Map-Museo Mediterraneo dell’Arte Presente è senza sede e, con esso, la collezione permanente di circa 50 sculture di artisti contemporanei, per la maggior parte pugliesi, realizzate tra secondo ’900 e primi anni del 2000. È l’unico museo, in provincia di Brindisi, specializzato in scultura contemporanea. Aperto cinque anni fa, attraverso Cracc srl (Conservazione e Ricerca Arti e Culture Contemporanee), spin off dell’Università del Salento, ha al suo attivo una cospicua attività culturale ed espositiva.

Sino agli inizi di luglio la struttura era collocata nella ex Chiesa di San Michele delle Scuole Pie, di proprietà dell’Arcidiocesi, che ora (scaduto il 27 giugno il contratto di comodato d’uso di 5 anni) ne reclama la disponibilità. Il curatore della struttura Massimo Guastella (Università del Salento) aveva richiesto una nuova convenzione, utilizzando la chiesa barocca di Santa Teresa, attuale sede del
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Massimiliano Cesari