Corrao l’instancabile e le sue Trame

Giusi Diana |  | GIBELLINA (TP)

Nella provincia di Trapani, in quella parte della Sicilia protesa verso il Maghreb, in un’ampia masseria nelle campagne del Belice, il Baglio Di Stefano, ha sede la Fondazione Orestiadi con il Museo delle Trame Mediterranee, premiato dall’Icom nel 2011 come miglior museo italiano per la mediazione culturale. Le collezioni si devono all’appassionata ricerca di Ludovico Corrao, esploratore instancabile di tracce e segni di una radice comune ai Paesi che si affacciano sul Mediterraneo.

Il Museo comprende ceramiche, gioielli e tessuti di diverse epoche storiche, manufatti di varia provenienza, accostati per cogliere analogie ed evoluzioni dei principali motivi decorativi, che riflettono il gusto collezionistico e la visione culturale di Corrao, il sindaco della ricostruzione di Gibellina dopo il terremoto del 1968.

Istituita nel 1992 per salvaguardare e potenziare il patrimonio culturale espresso dalla
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Giusi Diana