CONTINENTE ITALIA | La mappa di Natalina Remotti

Collezionisti, critici, curatori, direttori di museo ridefiniscono i confini di un paesaggio molto più vasto di quello spesso soffocato da alcuni meccanismi del sistema dell’arte | 12

Natalina Remotti
Natalina Remotti |

Quali sono, al di là dei soliti noti, gli artisti giovani o da riscoprire che oggi riscuotono l’interesse degli intenditori? «Il Giornale dell’Arte» con 17 autorevoli addetti ai lavori ha compilato una mappa: sono 135 i nomi che gli esperti consigliano di tenere d’occhio. Saranno i nuovi preferiti del 2021?

Il primo artista che vorrei segnalare è Carlo Alfano, che conobbi personalmente tramite il suo gallerista di allora, Lucio Amelio: è stato un ricercatore, un innovatore, un fine intellettuale.

Un’altra straordinaria individualità da riscoprire è Claudio Costa, un artista generoso, ma anche un antropologo e tante altre cose. Forse le sue opere sono arrivate persino troppo presto e per questo, credo, facevano un po’ paura ai collezionisti… Ma io credo che l’arte debba turbare, che non sia nata per tranquillizzare!

Per quanto riguarda le generazioni più giovani, penso a Claudio Gobbi, un artista fotografo. E poi a Paola Anziché e a Giulia Marchi, che a mio avviso meriterebbero di essere più conosciute in un circuito internazionale.

L'autrice è collezionista e presidente della Fondazione Pierluigi e Natalina Remotti, Genova



CONTINENTE ITALIA
Una mappa dell'arte italiana nel 2021

© Riproduzione riservata