ARTEFIERA 970x90
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

DOCUMENTI

CONTINENTE ITALIA | La mappa di Luca Massimo Barbero

Collezionisti, critici, curatori, direttori di museo ridefiniscono i confini di un paesaggio molto più vasto di quello spesso soffocato da alcuni meccanismi del sistema dell’arte | 2

Luca Massimo Barbero. Foto di Lorenzo Palmieri

Quali sono, al di là dei soliti noti, gli artisti giovani o da riscoprire che oggi riscuotono l’interesse degli intenditori? «Il Giornale dell’Arte» con 17 autorevoli addetti ai lavori ha compilato una mappa: sono 135 i nomi che gli esperti consigliano di tenere d’occhio. Saranno i nuovi preferiti del 2021?

Il riprendere operazioni Seventies oggi è un détournement interessante. Curioso quando lo faremo in quegli anni che hanno traghettato gli anni ’80 nei primi ’90, un terreno minato, decostruito. Mi piacerebbe ritrovare le atmosfere libere di quello che Corrado Levi aveva ironicamente battezzato Ge.Mi.To. (l’orrido triangolo Genova-Milano-Torino) o lo spirito delabré del Castello di Rivara.

Penso ad autori come Marco Mazzucconi, Umberto Cavenago, Maurizio Arcangeli, Aldo Grazzi e molti altri, quella che alcuni definirono una «generazione nomade tra gli anni ’80 e ’90: dentro e fuori», che ha le radici nella mostra «Rapido Fine» di Ferrara nel 1986. Nella contemporaneità Venezia, dove vivo, sembra paradossale, non è monitorata particolarmente dalla critica nazionale e ancora meno dalle gallerie che, l’ho vissuto in diretta molte volte, garantiscono il «sonar» per quello scandaglio.

Ecco allora una piccola miniera di giovani che lavorano tra Venezia e Marghera, formatisi tra gli altri all’Atelier F radunato in zolfo rosso o sparpagliati in vari spazi nell’altra parte di Venezia. Un carotaggio geologico del loro lavoro sarebbe utilissimo e felice. Se le generazioni precedenti avranno lo stimato e straordinario Sylvano Bussotti, che vediamo alla Quadriennale di Roma, tra i nostri studi a Marghera potremo invitare/ascoltare Donato Dozzy.

L'autore è Curatore e direttore Istituto di Storia dell’Arte della Fondazione Cini, Venezia



CONTINENTE ITALIA
Una mappa dell'arte italiana nel 2021

0. La mappa degli esperti di Franco Fanelli
1. La mappa di Lorenzo Balbi
2. La mappa di Luca Massimo Barbero
3. La mappa di Freddy Battino
4. La mappa di Chiara Bertola
5. La mappa di Gemma de Angelis Testa
6. La mappa di Danilo Eccher
7. La mappa di Giuliano Gori
8. La mappa di Giulio di Gropello
9. La mappa di Giorgio Guglielmino
10. La mappa di Francesco Nucci
11. La mappa di Claudio e Maria Grazia Palmigiano
12. La mappa di Natalina Remotti
13. La mappa di Sergio Risaliti
14. La mappa di Stefano Sciarretta
15. La mappa di Vincenzo Trione
16. La mappa di Giorgio Verzotti
17. La mappa di Vincenzo De Bellis
18. I 135 artisti italiani su cui gli esperti scommettono
19. Rä di Martino
20. Sabrina Mezzaqui
21. Sissi
22. Giulia Cenci
23. Gianni Politi
24. Giovanni Ozzola
25. Alice Cattaneo
26. Salvatore Emblema
27. Claudio Costa
28. Stefano Arienti
29. Mario Airò
30. Chiara Camoni
31. Benni Bosetto
32. Artisti italiani, virtuosi non virtuali di Franco Fanelli

Luca Massimo Barbero, da Il Giornale dell'Arte numero 412, novembre 2020

©RIPRODUZIONE RISERVATA
GDA413GDA413 VERNISSAGEGDA413 GDECONOMIAGDA413 GDMOSTRE
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012