Colosseo, nuove polemiche sulla qualità del restauro

Lettera-documento dei Restauratori senza Frontiere a Renzi e Franceschini

Il restauro del Colosseo è iniziato nel 2012
Edek Osser |

Roma. «Il restauro del Colosseo rappresenta purtroppo oramai l’evidenza che abbiamo imboccato una strada sbagliata. Il fatto, accettato incredibilmente da tutti, dopo aver zittito le numerose e autorevoli voci di esperti e di cittadini appassionati e attenti, che il più importante monumento dell’archeologia occidentale sia stato affidato alle mani inesperte di imprese edili senza adeguata cultura specialistica nel campo della conservazione…, è il sintomo che esiste una crisi di valori molto profonda».
Parole gravi e allarmanti, parte di una lettera aperta a Renzi e Franceschini firmata da Paolo Pastorello a nome dell’associazione senza fini di lucro Restauratori senza Frontiere della quale è presidente. Nella lettera, un documento in più capitoli, si chiede al Presidente del Consiglio e al Ministro dei Beni culturali di intervenire con urgenza.
Partendo dal caso Colosseo, il testo (che qui
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Edek Osser