Chiusi ma aperti | la Galleria Nazionale dell'Umbria

Il direttore Marco Pierini: «Non possiamo permetterci di aspettare tempi migliori»

L'immagine della locandina della mostra su Taddeo di Bartolo
Stefano Miliani |

Perugia. Con tutta l’Italia ormai «zona rossa» per arginare il coronavirus, la Galleria Nazionale dell’Umbria di Perugia ha reagito mobilitandosi rapidamente sui social: video, playlist, fiabe per i più piccoli… Con lo staff che lavora da casa, ce ne parla il direttore Marco Pierini.

Direttore, come avete reagito alle misure di contenimento?
Premetto che la maggior parte della nostra attività va sui social (Facebook, Twitter e Instagram), perché il sito non è sufficientemente agile. Già dal giorno dopo il decreto, il 9 marzo, siamo partiti organizzando un calendario settimanale. Il lunedì attraverso un video consigliamo un libro, non necessariamente d’arte. Il martedì e il giovedì postiamo una rubrica, con approfondimenti e video, sulla nostra bella mostra su Taddeo di Bartolo chiusa il giorno dopo l’inaugurazione. Per il venerdì ho inventato la playlist della settimana con brani che
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Stefano Miliani