Che cosa ci insegna ancora Aby Warburg (anche sull’Isis)

Anna Somers Cocks |  | Londra

Il direttore David Freedberg usa le immagini storiche per spiegare il fanatismo in Medio Oriente: «La direzione di Gombrich ci aveva allontanato dal pensiero immaginifico e induttivo di Aby»

Il Warburg Institute, venerato da quanti studiano la storia dell’arte e il pensiero del passato, può anche essere un cupo edificio anni ’50 della University of London, ma ospita una biblioteca unica e straordinaria per i suoi ricchi contenuti esoterici, comprese materie che il pensiero moderno ha consegnato all’oblio intellettuale o alla superstizione: astrologia, alchimia, codici segreti, divinazione e magia. Per comprendere il passato è necessario conoscere quanto passava per la testa della gente, riteneva Aby Warburg, fondatore della biblioteca. Egli lasciò pochissimi scritti, ma decisamente rivoluzionari. Scoprì il modo in cui l’astrologia indiana venne trasmessa attraverso l’Egitto e in seguito attraverso gli
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Anna Somers Cocks