Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Mostre

Celebrità? Pas encore

Da Pinault spazio a giovani e prospettive nuove

© Pinault Collection






Intanto a Palazzo Grassi continua con Youssef Nabil (Il Cairo, 1972) la serie delle monografiche dedicate agli artisti contemporanei (dal 22 marzo al 10 gennaio 2021). «Once Upon a Dream», c’era una volta un sogno, è la prima importante retrospettiva dell’artista egiziano (ma le sue opere sono già state esposte in Italia in una personale a Villa Medici e in alcune collettive), a cura di Matthieu Humery e Jean-Jacques Aillagon. Fotografia, video, installazioni, ma anche pittura: in 120 opere viene raccontato il percorso dell’artista egiziano che ha esordito nei primi anni ’90 come fotografo, scegliendo come soggetti i protagonisti dei melodrammi del cinema egiziano, trasponendo poi lo stesso stile nei ritratti delle star del suo mondo personale. Fin da subito, anche sviluppando la tecnica della fotografia in bianco e nero dipinta a mano, tradizionalmente usata per le locandine dei film, Nabil si è interessato alla creazione di un’atmosfera sospesa, onirica, carica di accenti nostalgici e malinconici, restituendoci le immagini di un Egitto che sta svanendo e l’evocazione dei problemi del Medio Oriente.

Camilla Bertoni, da Il Giornale dell'Arte numero 406, marzo 2020



GDA Abbonamenti 2020




GDA411 OTTOBRE 2020

GDA411 OTTOBRE 2020 VERNISSAGE

GDA411 OTTOBRE 2020 GDECONOMIA

GDA411 OTTOBRE 2020 GDMOSTRE

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012