Caserta, l'Aeronautica lascia, la Reggia raddoppia e punta al milione di visitatori

Il complesso vanvitelliano riconquista oltre 15mila metri quadrati. Un investimento da 30 milioni di euro

Dario Franceschini, Matteo Renzi e Roberta Pinotti visitano la Reggia di Caserta guidati dal direttore Mauro Felicori
Stefano Luppi |

Caserta. La Scuola nazionale dell’amministrazione e dall’Aeronautica militare lascia la Reggia vanvitelliana e così il luogo culturale più ampio d’Italia oggi mette a disposizione dei visitatori e ai servizi culturali ulteriori 15mila metri quadrati. E davanti alla Reggia potrebbe anche nascere presto un ostello o un albergo.

Gli spazi dunque raddoppiano, come hanno spiegato nei giorni scorsi a Caserta il premier Matteo Renzi e il ministro per i Beni culturali Dario Franceschini. «Abbiamo aggiunto, spiega quest’ultimo, 7.580 metri quadrati al piano nobile e 7.038 metri quadrati al pianterreno per un totale di 15.580 metri quadrati a cui si aggiungono 1.550 per l’Archivio. Dopo i lavori di ristrutturazione questi nuovi spazi saranno dedicati alla loro naturale destinazione museale, congressuale ed espositiva, inclusa la ricollocazione della collezione di arte contemporanea “Terrae Motus”».
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Stefano Luppi