Capodimonte grande prestatore (ma tra i mugugni)

Olga Scotto di Vettimo |  | Napoli

Molte polemiche sui prestiti temporanei hanno investito di recente anche il Museo di Capodimonte. Molto discusso quello della «Flagellazione» di Caravaggio, in deposito a Capodimonte dal 1972, proveniente dalla Chiesa di San Domenico Maggiore e di proprietà del Fondo Edifici di Culto (Fec) del Ministero dell’Interno guidato da Angelino Alfano.

Il museo, di fronte all’intenzione del Fec di concedere il prestito per la mostra gratuita alla Villa Reale di Monza (fino al 17 aprile), non ha potuto che constatarne il buono stato di conservazione e, quindi, prestarlo. L’opera aveva già viaggiato per la monografica sull’artista alle Scuderie del Quirinale nel 2010 e per un programma di scambi Italia-Mosca nel 2011.

Sono circa 100 i prestiti che il museo napoletano ogni anno concede, secondo criteri di valutazione basati sulla qualità scientifica del progetto, lo stato di conservazione, l’esistenza di una
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Olga Scotto di Vettimo