Cambellotti nella seconda casa di Apolloni

Apre un’altra sede della W. Apolloni in via Margutta 53b, nell’ottocentesco Palazzo Patrizi

Francesca Romana Morelli |  | Roma

Marco Fabio Apolloni apre un’altra sede della W. Apolloni in via Margutta 53b, nell’ottocentesco Palazzo Patrizi, un falansterio sede di studi di artista (ospitò l’atelier di Picasso, quando nel 1917 visse e lavorò a Roma con la compagnia dei Ballets Russes di Diaghilev). A pianterreno si installò l’Accademia Inglese di Belle Arti, frequentate da Giulio Aristide Sartorio e dal giovanissimo Mario Mafai. Proprio il pianterreno, dove era uno studio di scultore, ospita ora la W. Apolloni, con una vetrina affiancata da due grandi nicchie con vecchie statue.

L’interno, per una superficie di circa 200 metri quadrati, è suddiviso in quattro stanze, di cui tre dai soffitti molto alti e un cortile interno con un giardino (dove un tempo mettevano i gessi). Monica Cardarelli, socia e moglie di Apolloni, direttrice della galleria del Laocoonte avrà uno spazio più adeguato per le sue mostre di Novecento.
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Francesca Romana Morelli