C'è San Francesco con la Vergine di Murillo

Scoperte durante il restauro alla «Madonna del latte» della Galleria Corsini

Arianna Antoniutti |  | Roma

È in corso il restauro della «Madonna del latte», olio su tela dello spagnolo Bartolomé Esteban Murillo datato intorno al 1675, tra le opere più note della Galleria Corsini. L’intervento è frutto di «In Vino Civitas», un accordo di sponsorizzazione siglato nel 2019 tra le Gallerie Nazionali di Arte antica e l’Associazione Civita. Il programma triennale consentirà il restauro di un’opera ogni anno grazie ai proventi delle vendite del Vino Civitas della Tenuta Caparzo. Gli esami e gli interventi sul dipinto sono di Alessandra Percoco sotto la direzione scientifica di Alessandro Cosma, eseguiti nel laboratorio di restauro delle Gallerie Nazionali di Arte antica Barberini - Corsini.

Il dipinto è stato sottoposto a indagini diagnostiche: riflettografia IR, indagini multispettrali, radiografia e fluorescenza a raggi X, da cui stanno emergendo elementi sulla tecnica e la composizione dell’opera. Fra i primi risultati, la scoperta di una figura, quasi sicuramente san Francesco in preghiera, al di sotto della figura della Vergine. Come precisa Cosma: «Il riuso delle tele non è una novità, ma qui l’eccezionalità è nell’impiego di parti appartenenti a una figura precedente, riusate come base per il nuovo quadro, come le pieghe del saio del santo che formano il panneggio della gamba della Madonna».

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Arianna Antoniutti
Altri articoli in RESTAURO