BuzzFeed News vs Yuga Labs

Un articolo rivela le identità (segrete) di 2 dei 4 fondatori della startup degli Nft «Bored Ape Yacht Club», nei giorni in cui la società sta trattando con il grandissimo investitore Andresseen Horowitz

Bored Ape Yacht Club 2  © NFT Culture
Kabir Jhala |

La comunità delle criptovalute hanno accusato «Buzzfeed News» di doxxing (pratica di cercare e diffondere pubblicamente online informazioni personali e private di un individuo o di un’organizzazione). Il doxxing è ai danni di due fondatori della Yuga Labs, startup creatrice della collezione Nft più costosa del mondo, i «Bored Ape Yacht Club (BAYC)».

In un articolo pubblicato venerdì scorso sul sito web di BuzzFeed, la newyorkese giornalista specializzata in tecnologia, Katie Notopoulos, autrice dell’articolo, ha rivelato le due identità dietro gli pseudonimi Gordon Goner (Greg Solano) e Gargamel (Wylie Aronow), entrambi della Florida.
BuzzFeed afferma di aver reperito le informazioni di Solano e Aronow in documenti aziendali pubblici di Yuga Labs, la società dietro la BAYC. È così emerso che Yuga Labs è stata costituita in un indirizzo del Delaware affiliato a Solano, collegato ad Aronow da altri documenti pubblici. L’amministratore delegato di YugaLabs ha confermato a BuzzFeed che Solano e Aronow sono fondatori dell’azienda.

Si pensa che anche altri due individui non identificati siano co-fondatori di YugaLabs. Poche ore dopo la pubblicazione dell’articolo di Buzzfeed, Solano e Aronow hanno affermato sui loro account Twitter (gestiti con i loro pseudonimi) di essere vittime di doxxing, ricevendo il sostegno di centinaia di sostenitori di BAYC e membri del mondo delle criptovalute, che hanno denunciato Buzzfeed e la giornalista Kate Notopoulos di aver violato i principi dell’anonimato su cui si fonda la comunità delle criptovalute.

Notopoulos e BuzzFeed hanno risposto alle accuse sostenendo di avere semplicemente rivelato i nomi di Solano e Aronow (presi da documenti pubblici) e non altre informazioni personali, e sottolineando l’importanza del giornalismo investigativo per il funzionamento di una sana democrazia. Alcuni utenti di Twitter hanno sostenuto invece che le enormi entrate di BAYC e la potenziale valutazione multimiliardaria della startup meritino un esame approfondito, come si addice a qualsiasi individuo o azienda di tale statura.

L’articolo di Buzzfeed è uscito infatti tre giorni dopo la notizia, data dal «Financial Times», secondo cui Yuga Labs è in trattative con la società di investimento tecnologico statunitense Andresseen Horowitz, che avrebbe valutato tra i 4 e i 5 miliardi di dollari la startup fondata nel febbraio 2021 (con 11 dipendenti). Andreessen, tra i primi investitori di Facebook e Airbnb, è uno dei principali azionisti dei siti di scambio di criptovalute Coinbase e Nft OpenSea.

Si tratterebbe del primo investimento istituzionale nel misterioso collettivo, i cui quattro fondatori operano sotto gli pseudonimi di Gordon Goner, Emperor Tomato Ketchup, No Sass e Gargamella. Contattati da «The Art Newspaper», né Yuga Labs né Andreesen hanno risposto alle richieste di commento.

Yuga Labs è la startup che ha creato gli Nft «Bored Ape Yacht Club» (Bayc), lanciati lo scorso aprile. I «Bored Apes» sono un set di 10mila immagini digitali di scimmie apatiche coniate come Nft di Ethereum. Hanno generato un volume di scambi per un valore di oltre 750 milioni di dollari e tra i possessori si contano celebrità come Paris Hilton e Snoop Dogg. La vendita record per un singolo Nft «Bored Ape» è di 740 Ethereum, pari a 2,9 milioni di dollari, e risale allo scorso settembre. È stato acquistato dallo sviluppatore del gioco Ethereum di prossima uscita, «The Sandbox».

Questo enorme investimento potenziale è l’ultimo caso di un importante fondo di capitale di rischio che rivendica partecipazioni in Nft d’arte e Web3.

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Kabir Jhala