Asti sorveglia «in remoto»

NIcola Pirulli |  | Asti

Nella città che diede i natali a Vittorio Alfieri la tecnologia viene in aiuto del patrimonio artistico. Un nuovo sistema informatico sviluppato dal Politecnico di Torino e da alcune aziende locali permette ora la visita ad alcuni siti culturali senza la presenza fisica di personale addetto.

La Torre Troyana ad AstiIl sistema SmarTicket consente ai visitatori di acquistare (solo presso la sede museale ed espositiva dello storico Palazzo Mazzetti) un unico biglietto di ingresso per accedere a sei siti: lo stesso Palazzo Mazzetti, Palazzo Alfieri, Domus Romana, Cripta e Museo di Sant’Anastasio, Torre Troyana e Complesso di San Pietro.

Il riconoscimento elettronico attiva porte di ingresso, sistemi di illuminazione e multimediali e tutto ciò che serve per la visita (sorvegliata in remoto da una control room), a cui si possono aggiungere i servizi e i contenuti dell’app «Asti Musei» (Android), con cui progettare il tour, ottenere
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di NIcola Pirulli