Aste orientali in Italia | Wannenes

Tra i circa 200 lotti dell'asta del 21 ottobre una coppia di vasi Qing e un incensiere del ’700

Elena Correggia |  | MILANO

Il mese di ottobre in Italia guarda a Oriente con un significativo numero di vendite dedicate all’arte asiatica e alle sue molteplici declinazioni. Circa 200 lotti fra giade, porcellane, dipinti e stampe sia di produzione imperiale destinate al mercato interno cinese sia prodotte per l’esportazione sono infine presentate da Wannenes il 21 ottobre a Milano, nell’incanto di arte orientale proveniente da collezioni private italiane.

Da citare una rara coppia di grandi vasi a bottiglia in porcellana «Famiglia rosa» (20-30mila) a fondo giallo con drago e fenice, del periodo dinastia Qing, imperatore Guangxu (1875-1908).

Al XVIII secolo risalgono invece un incensiere cinese con coperchio in giada celadon pallido in stile arcaico (5-8mila) così come una coppia di grandi vasi con coperchio di epoca Qianlong, in porcellana «Famiglia rosa» su fondo caffelatte (1.500-2mila).

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Elena Correggia
Altri articoli in ASTE