Assessori d'Italia: Luigi De Mossi

SIENA | Sindaco e Assessore alla Cultura

Elena Franzoia |  | Siena

Come Giunta da lei guidata e come Assessorato alla Cultura, che cosa avete fatto in questi mesi di pandemia?
«Durante l’estate 2020 abbiamo realizzato stagioni culturali dedicate al teatro (di burattini e di strada) e musicali, in collaborazione con l’Accademia Chigiana e Siena Jazz. Abbiamo inoltre programmato una stagione teatrale 2020-21, purtroppo interrotta dall’emergenza sanitaria. Per quanto riguarda il Santa Maria della Scala, oltre all’avvio dei lavori dell’enorme plesso, nel 2020 siamo riusciti a realizzare le mostre di rilievo internazionale “Oltre la Profezia-Sergio Vacchi 1952-2006”e «“Il sogno di Lady Florence Phillips. La Collezione della Johannesburg Art Gallery e i convegni Buy Food e Wine & Siena”. La programmazione 2021 prevede l’allestimento permanente e la riunificazione della collezione Spannocchi, della Quadreria del Museo Civico e della donazione di una collezione d’arte contemporanea. Importante il nostro impegno anche per lo spettacolo dal vivo, con l’istituzione di un bando di “Residenze Artistiche Comunali” rivolto alle compagnie professionali che operano a Siena e che consentirà loro di allestire le produzioni all’interno dei teatri cittadini».

Quanti fondi avete avuto a disposizione nel 2020? Quanti, tra ordinari e straordinari, avete messo a bilancio per il 2021?
«Per la tutela e valorizzazione dei beni e delle attività culturali abbiamo stanziato nel 2020 12.292.592,87 euro e nel 2021 14.659.741,95».

Che cosa vorreste fare in futuro e con quali finanziamenti e collaborazioni con altri soggetti?
«Cito come inserito nelle linee programmatiche presentate in Consiglio comunale il 27 settembre 2018: “Siena dovrà tornare un centro di produzione culturale diffuso, perché solo così la nostra città sarà in grado di attrarre quei flussi turistici di qualità che portano vero benessere e ricchezza. […] Il Santa Maria della Scala diventerà il perno di un nuovo modo di intendere la politica culturale e di elaborare un’offerta turistica di alto livello”. Dall’inizio del mio mandato a oggi Siena, con l’attuazione di una strategia innovativa di politica culturale, sta tornando al centro dell’attenzione anche grazie a importanti accordi, tra cui: “Arte al centro”, accordo tra Siena, Firenze e Perugia che coinvolgerà la Galleria degli Uffizi attraverso una convenzione approvata dai tre sindaci e dal direttore degli Uffizi, Eike Schmidt; patto di collaborazione tra i Comuni di Siena e di Yangzhou (Cina) che comprende accordi sulla tutela dei beni culturali, la musica, lo studio e coinvolge le due Università senesi; protocollo d’intesa con il Teatro di rilevanza Nazionale Fondazione Teatro della Toscana, di progettazione culturale e organizzazione eventi, affinché i nostri luoghi di cultura (i teatri, il Santa Maria della Scala, il Museo Civico) divengano per la prima volta luoghi di produzione culturale veri e propri, cioè luoghi di lavoro; accordo con il Parlamento Latino-Americano con l’obiettivo di facilitare la comunicazione tra l’Università di Siena e le istituzioni culturali ed educative con le quali il Parlamento ha alleanze strategiche, come l’Unesco e l’Organizzazione degli Stati americani, al fine di realizzare interscambi accademici e culturali. Riguardo alla realizzazione di un evento annuale di portata internazionale, che possa restare negli anni a venire punto di riferimento culturale per la città, è stato istituito un gruppo di lavoro. L’ideazione e la realizzazione di un evento del genere, bloccate dall’emergenza Covid-19, necessita di un lavoro di almeno 2-3 anni continuativi da parte dell’Amministrazione. Io, in quanto assessore alla Cultura, non voglio intenzionalmente proporre nuovamente per Siena eventi di grande risonanza, ma solo temporanea, come fu la grande mostra su Duccio, costruiti ad hoc per attrarre voti e consenso. Desidero invece costruire eventi che restino un “bene” stabile per la città».

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Elena Franzoia
Altri articoli in PERSONE