Artisti, i Carabinieri vi chiamano all’opera

Un concorso per la nuova Scuola marescialli e brigadieri a Firenze con la legge del 2% sulle opere d’arte per progetti pubblici. Ma il «Corsera» ironizza anche per le vicende giudiziarie sugli appalti per costruire il vastissimo complesso

La Scuola marescialli e brigadieri dei Carabinieri di Firenze Castello
Stefano Miliani |

Firenze. Nella pletora di leggi inutili che abbiamo una invece è conosciuta e sfruttata meno di quanto meriti. È la legge del 2% la quale destina la percentuale dei costi per costruire un’opera pubblica alla realizzazione o all’acquisto di una o più opere d’arte. Esiste dal 1949 (con il numero 717), è stata modificata nel 1997, nel 2007 il Ministero delle Infrastrutture l’ha rilanciata e vede ora una sua applicazione nella nuova, enorme, Scuola marescialli e brigadieri dei Carabinieri edificata a Firenze Nord, nella zona di Castello.
L’istituto è un complesso di edifici e si inaugura ufficialmente a settembre e, per conto dell’Arma, il Provveditorato Interregionale per Toscana, Marche e Umbria del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti ha bandito un concorso per sculture e altre opere d’arte pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 62 del 5 agosto e che scade il 13 ottobre.

Le opere
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Stefano Miliani