Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Antiquari

APA/RT a caccia di pubblico giovane

La fiera si apre all’Ottocento, al moderno storicizzato e al contemporaneo

Particolare di un paravento giapponese della galleria Lucio Morini di Brescia

Torino. L’oggetto antico ha un valore che resta intatto nel tempo. Ma il mercato dell’arte ha le sue mode. «L’antiquariato ha risentito della crisi più del contemporaneo. I prezzi sono mediamente scesi. Tra i giovani collezionisti manca una cultura dell’antiquariato, preferiscono investire nel contemporaneo. Manca il ricambio generazionale e bisogna anche fare i conti con un antiquariato minore, “un po’ da mercatino”».

Sono parole di Laura Rocca, gallerista torinese e storica socia dell’Apa (Associazione Piemontesi Antiquari). E mentre in giro per il mondo crescono le contaminazioni fieristiche tra antico, moderno e contemporaneo (una fra tutte Frieze Master), anche la torinese APA/RT si apre all’Ottocento, al moderno storicizzato e persino al contemporaneo di Daniele Galliano.

Voluta dall’Apa, erede delle mostre marcato degli anni Ottanta e Novanta e in continuità con le biennali di antiquariato di Stupinigi e Venaria, APA/RT si svolge per la terza volta alla Promotrice delle Belle Arti (dal 23 al 27 ottobre). Autofinanziata con la vendita dei biglietti e gli affitti degli stand, presenta una trentina di gallerie piemontesi, italiane e internazionali, tra cui la stessa Laura Rocca, Lombardo & Partners (Rivoli), Ajassa (Torino), Galleria Il Portico (Pinerolo) e Butterfly Institute Fine Art (Lugano), Karma Pearls (Londra).

Tra le novità di quest’anno c’è la presentazione di una grande tela di Giacomo Grosso, recentemente acquisita dall’antiquario e collezionista canavesano Marco Datrino (presente anche con uno stand). Intitolata «Armonie interrotte», l’opera fu dipinta dall’artista torinese nel 1919, nel suo studio all’Accademia Albertina. Lo stesso anno fu esposta per la prima volta alla Promotrice di Belle Arti dove, a cento anni di distanza, accoglie i visitatori nel salone d’ingresso. Ad animare i giorni di fiera sono anche vari ospiti e appuntamenti.

Giovedì 24 alcuni esponenti dell’Associazione Amici della Gam presenteranno un volume della collana dedicata ai direttori dei musei civici, ai collezionisti e ai donatori che hanno arricchito il patrimonio museale cittadino. Venerdì 25 ci sarà l’ormai tradizionale serata di beneficenza in favore della Fondazione Paideia Onlus, da sempre al fianco di famiglie e bambini in difficoltà. E sabato 26, infine, Tiziano Panconi, direttore della galleria Butterfly Institute Fine Art presenterà il suo catalogo ragionato sulle opere dipinte di Telemaco Signorini pubblicato lo scorso luglio.

Jenny Dogliani, da Il Giornale dell'Arte numero 401, ottobre 2019


Ricerca


GDA dicembre 2019

Vernissage dicembre 2019

Il Giornale delle Mostre online dicembre 2019

Vedere a ...
Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Vedere a Torino 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012