Alfonso Artiaco ospita Adel Abdessemed

Una serie di lavori dell'artista franco-algerino realizzati con la latta stampata

«Telle mère tel fils» (2008), di Adel Abdessemed
Silvano Manganaro |  | Napoli

Adel Abdessemed è un artista trasgressivo, difficilmente collocabile in una definizione. Franco-algerino, nato a Costantina nel 1971, vive e lavora da tempo a Parigi e New York. Ha partecipato alla Biennale di Venezia nel 2003, nel 2009 e nel 2015 e tra gli artisti africani (o di origine africana) è uno di quelli maggiormente presenti nelle più importanti rassegne internazionali. L’essere approdato alla collaborazione con importanti gallerie internazionali gli ha permesso in passato di realizzare anche opere monumentali, dal grande impatto visivo, travalicando i generi e le tecniche: utilizza indifferentemente la scultura, le installazioni, il video e la pittura. È indubbiamente interessante il fatto che, pur non prediligendo una tecnica in particolare, sia comunque particolarmente attento alla scelta dei materiali, conferendo un ulteriore significato alle immagini iconiche che sceglie di
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Silvano Manganaro