Alessandra di Castro: «Americani, vogliamo mostrarvi il top del gusto europeo»

Francesca Romana Morelli |  | New York

Abbiamo rivolto qualche domanda ad Alessandra Di Castro sulla mostra all’Academy Mansion. 

Lei e i suoi colleghi esporrete opere e oggetti eseguiti tra l’età romana e l’Ottocento di ambito europeo, in una location neorinascimentale. Sembrerebbe una scelta mirata, che esclude qualsiasi contaminazione con l’arte del Novecento, da lei trattato, più in particolare con il contemporaneo.

Intendiamo mostrare il massimo del gusto europeo, quello delle grandi corti, perché appartiene alla nostra tradizione antiquaria e ai nostri studi accademici. Molti dei pezzi, individuati in modo distillato nel tempo, delle vere «star» del loro genere, hanno una provenienza regale.  In questa occasione non ci interessava l’arte del Novecento, o più contemporanea, perché siamo convinti che l’antiquariato non debba essere imposto attraverso un confronto con l’arte up-to-date. L’Academy Mansion è un palazzo sontuoso, dove finora
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Francesca Romana Morelli