A Vif il nuovo Musée Champollion

È dedicato alla nascita dell’egittologia e a colui che per primo decifrò i geroglifici

Luana De Micco |  | Grenoble

Il nuovo Musée Champollion, dedicato alla nascita dell’egittologia e a Jean-François Champollion (1790-1832), che per primo decifrò i geroglifici nel 1822, apre il 5 giugno a Vif, un paesino presso Grenoble. È allestito nella casa di famiglia degli Champollion, che il Dipartimento dell’Isère ha acquistato dai discendenti dell’egittologo nel 2001 e cominciato a restaurare nel 2016 per trasformarla in museo (con un budget di 6,3 milioni di euro).

Jean-François vi ritrovava in particolare il fratello maggiore, Jacques-Joseph, docente di letteratura greca. La sua camera è al secondo piano; ci sono i ritratti di famiglia, i suoi libri, molti oggetti personali, la scrivania dove passò ore a studiare i geroglifici, la Bibbia in ebraico, l’abito egiziano portato durate la spedizione del 1828-29, stampe della Stele di Rosetta. Il Musée Champollion ha ottenuto oltre 150 prestiti da diversi musei francesi, tra cui il Louvre che ha prestato 82 oggetti del Dipartimento delle Antichità egizie, di cui Champollion fu il primo conservatore.

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Luana De Micco
Altri articoli in MUSEI