A PHotoEspaña piace la trasgressione

La ventesima edizione, non più tematica, si estende ad altre città della Spagna

Chiara Coronelli |  | Madrid

Il PHotoEspaña 2017, con 100 rassegne, di cui 22 del circuito ufficiale, e gli oltre 500 artisti coinvolti, è pronto a celebrare la XX edizione che, a differenza delle scorse, non sarà tematica. La direttrice María García Yelo e il presidente Alberto Anau, assicurano che sarà una grande festa della fotografia, destinata a prolungarsi nel 2018.
 
Tra le novità l’estensione del festival ad altre città spagnole e la partecipazione di istituzioni culturali straniere con sede a Madrid, mentre il network raggiunge, oltre all’Europa, Asia, Stati Uniti, Argentina e Australia. Inatteso e provocatorio anche l’invito in veste di curatore al fotografo spagnolo Alberto García-Alix, esponente della movida madrilena negli anni Ottanta, che propone «Exaltation of Being», un percorso di sei personali per le quali ha individuato un gruppo di «eterodossi sublimi nei quali l’emozione è tutto», aderenti
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Chiara Coronelli