A passeggio con Gaudì

Roberta Bosco |  | Barcellona

Realtà aumentata, videowalls, applicazioni multimediali per dispositivi mobili, ologrammi, tablet e realtà virtuale: sono solo alcune delle tecnologie a disposizione dei visitatori del rinnovato Museo Diocesano. Dopo sei mesi di lavori, il centro diretto dal padre Josep Maria Martí Bonet, responsabile del patrimonio artistico della Diocesi, ha inaugurato un restyling costato 1,3 milioni di euro, basato su «Paseando con Gaudí», uno spazio interattivo di mille metri quadrati dedicato ad Antoni Gaudí (Reus, 1852 - Barcellona, 1926), che ha ormai superato perfino Picasso diventando il simbolo culturale della città. A differenza del Espai Gaudí della Pedrera e del centro tecnologico G Experience vicino al Parc Güell, lo spazio del Diocesano espone numerosi oggetti originali: plastici, scenografie, modellini tra cui una replica della salamandra del parco Güell, libri, compassi e altri strumenti di lavoro, come i
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Roberta Bosco