2.200 anni di Via Emilia

Anonimo modenese, Deyanira, fine secolo XV, tempera su legno, Modena, Musei Civici
Stefano Luppi |  | Modena

Quest’anno la Via Emilia è al centro di una serie di eventi espositivi, ma anche di Street art e multimediali, che celebrano i 2.200 anni dalla nascita romana di tre città: Mutina (Modena) e Parma, divenute colonie di Roma nel 183 a.C. e Regium Lepidi (Reggio Emilia) istituita come forum nello stesso periodo.

La mostra principale è a Modena al Foro Boario: «Mutina Splendidissima. La città romana e la sua eredità» organizzata dai Musei Civici di Modena e dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Bologna (dal 25 novembre all'8 aprile). Lungo il percorso figurano reperti e opere, tra cui decorazioni parietali con scene figurate, lucerne e laterizi, affiancati da numerose ricostruzioni virtuali dei principali monumenti di Mutina. Segue l’illustrazione della Modena dei secoli seguenti con i dati sui «mutinenses», i primi coloni e sull’assetto ambientale di 2.200 anni fa.
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata Presa di lucerna conformata a testa di divinità femminile. I-II secolo d.C. Modena, scavi ex parco Novi Sad
Altri articoli di Stefano Luppi