«Tutte le strade portano a Napoli»

Il progetto dell'artista Renaud Auguste-Dormeuil è articolato in più eventi

A Castel dell’Ovo il 20 settembre l’installazione «When the paper», ispirata a un rituale giapponese. © Gil / CC BY SA 2.0
Olga Scotto di Vettimo |  | Napoli

«Tutte le strade portano a Napoli» di Renaud Auguste-Dormeuil (Parigi, 1968) è il progetto curato da Elisabetta Giovagnoni, organizzato da Arteealtro con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli in collaborazione con Institut Français Naples, articolato in più eventi che si svolgeranno in alcuni tra i luoghi più rappresentativi della città.

Il 19 settembre l’artista realizzerà in piazza del Plebiscito «I will keep a light burning» (ore 19), performance durante la quale mille fiaccole riprodurranno la mappa del cielo così come apparirà tra 100 anni su quella piazza.

A Castel dell’Ovo il 20 settembre (ore 17-18.30) l’installazione «When the paper», ispirata a un rituale giapponese, consentirà al pubblico di liberarsi dei propri malesseri scrivendoli su foglietti di carta che si dissolveranno in un secchio colmo d’acqua.

Il 21 settembre all’Istituto Grenoble la
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Olga Scotto di Vettimo
Altri articoli in LUOGHI