Image
Image

Viaggi in Eurasia

Ilaria Speri

Leggi i suoi articoli

Fino al 14 febbraio il Fotomuseum Winterthur ospita la mostra «Eurasia», a cura di Thomas Seelig, frutto dell’ultimo road trip del duo composto dagli svizzeri Tayo Onorato e Nico Krebs.

Dopo il grande successo di «The Great Unreal», serie realizzata a partire da un viaggio attraverso gli Stati Uniti, nel 2013 Onorato e Krebs intraprendono un viaggio in macchina alla volta di Ucraina, Georgia, Azerbaigian, Turkmenistan, Uzbekistan, Kazakhistan, Russia e Mongolia. Paesi che, sebbene non così distanti, sono oggi ancora molto lontani dal nostro immaginario.

Al loro rientro, a partire da fotografie e filmati di documentazione realizzati con apparecchiatura analogica, gli artisti compiono un secondo viaggio nell’Est, questa volta immaginario.

Affidandosi ai ricordi della loro esperienza, Onorato e Krebs trasformano i luoghi visitati in messe in scena e visioni surreali, dipingendone un ritratto ambiguo, a tratti grottesco. Oltre a «Eurasia», nello stesso periodo sarà possibile visitare anche la mostra «Enigma», a cura di Michel Frizot.

Ilaria Speri, 11 gennaio 2016 | © Riproduzione riservata

Altri articoli dell'autore

L'interesse del fotografo per il paesaggio coinvolge sempre più tematiche ambientali, come il rapporto tra turismo di massa e natura

La quarta biennale di fotografia si articola in oltre venti mostre e proiezioni

Oltre 170 scatti e cimeli danno vita a un percorso attraverso luoghi e oggetti, strade e personaggi, piaceri, ritratti, ma anche artisti, scrittori e amici

Prima personale del fotografo e regista americano, classe 1995

Viaggi in Eurasia | Ilaria Speri

Viaggi in Eurasia | Ilaria Speri