Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Fotografia

Il libro è più importante della mostra

Un ponderoso volume su Mimmo Jodice

«San Paolo (Padiglione Cicillo Matarazzo)», 2003, di Mimmo Jodice

«Il libro è più importante della mostra, non solo perché è una documentazione che resta nel tempo, connessa alla storia stessa della fotografia, ma perché una mostra è, in fondo, come se fosse già di per sé una messa in pagina della fotografia»: così Mimmo Jodice, nel corso della lunga intervista con Hans Ulrich Obrist che apre il ponderoso volume, ben più che il semplice catalogo della mostra che tre anni fa ha celebrato il maestro al Museo Madre della sua Napoli (Andrea Viliani, Anna Cuomo, Mimmo Jodice. Attesa / Waiting (dal / from 1960), 656 pp., Electa, Milano 2018, € 65,00).

Una monografia che ripercorre l’intera vicenda creativa di uno dei protagonisti della fotografia italiana della seconda metà del Novecento, introdotta dai testi di Marta Gili e Tina Kukielski e costruita in sette capitoli redatti dal direttore del Madre e curatore della mostra Andrea Viliani con testi di Ester Coen, Salvatore Settis e Nicola Spinosa.

Emerge una biografia critica che ricompone e contestualizza la ricerca dell’artista: non solo le opere, ma anche i documenti, i cataloghi, le lettere, le ricostruzioni delle mostre, in un viaggio dentro un universo che è senza dubbio quello di Jodice, ma che diviene anche quello della fotografia italiana dagli anni Sessanta ad oggi. Perché l’autore di «Mediterraneo» e di «Les yeux du Louvre» ha attraversato, dall’alto dei suoi quasi 85 anni, le stagioni della sperimentazione, del desiderio di affermazione della fotografia come forma d’arte e quella della fotografia sociale negli anni Settanta, di un’utopia che, al di là delle delusioni pubbliche e private, ha dato vita a un’importante documentazione di un momento cruciale nella storia del nostro Paese.

Per poi partecipare, con tra gli altri Luigi Ghirri e Gabriele Basilico, alla ridefinizione della fotografia di paesaggio nel nostro Paese, all’interno di progetti ormai storici come «Viaggio in Italia» (1984) ed «Esplorazioni sulla Via Emilia» (1986). E poi ancora le fotografie dell’avanguardia artistica presente nella Napoli di Lucio Amelio e Pasquale Trisorio, le interpretazioni sorprendenti del Barocco, fino all’indagine unica per poesia e intensità dello sguardo sul Mediterraneo, quel periplo che definisce i caratteri primari della ricerca di Jodice, ancora oggi in via di sviluppo.

Lo dimostrano le ultime, intensissime immagini del volume, forse il progetto dei progetti, dove il vuoto diviene il centro dell’ispirazione, in una rarefazione della visione che sospende il tempo, ammutolisce la lingua e riempie l’anima.

Walter Guadagnini, da Il Giornale dell'Arte numero 394, febbraio 2019


Ricerca


GDA maggio 2019

Vernissage maggio 2019

Il Giornale delle Mostre online maggio 2019

Speciale AMART 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

RA Fotografia 2019

Vedere a ...
Vedere a Venezia maggio 2019

Vedere a Milano aprile 2019

Focus on Design

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012