Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Giorno per giorno nell'arte

Aperture e riaperture: a ottobre l'oasi di Al Ula, a giugno il Musée Carnavalet, a Milano lunedì il Duomo | La morte di François Tajan | La giornata in 11 notizie

In Arabia Saudita ad ottobre aprirà ai turisti l'oasi di Al Ula. L'oasi di Al Ula, nel nord-ovest dell'Arabia Saudita, che conserva reperti archeologici di 7mila anni di storia (statue monumentali, tombe nabatee, vestigia romane, omayyadi e ...

Redazione, 28 febbraio 2020

Si dimette il comitato scientifico degli Uffizi per Raffaello

Contrario al prestito del ritratto di Leone X. Replica il direttore Eike Schmidt: «L’esposizione non può fare a meno di un capolavoro in perfetta condizione di viaggiare a Roma»

L’intero comitato scientifico delle Gallerie degli Uffizi sì è dimesso, all’indomani della presentazione alla stampa, avvenuta lunedì 24, della mostra «Raffaello 1520-1483». Tra ...

Arianna Antoniutti, 25 febbraio 2020

Invasione nel mercato: arrivano i tedeschi DDR | 4

Perché l'arte Ddr può diventare un brand

Heisig (record in asta di 56mila euro, ottenuto nel 2007 per un dipinto della metà degli anni Ottanta) è una delle figure tipiche di quella generazione. Non ha mai negato di avere fatto parte delle SS sotto il nazismo, è stato accusato ingiustamente di essere ...

Franco Fanelli, febbraio 2020

Invasione nel mercato: arrivano i tedeschi DDR | 3

Né dissidenti né allineati

Berlino. Anche gli artisti dell’ex Germania Est subirono la gogna di una mostra in cui la loro arte venne, se non nel titolo almeno nei fatti, bollata come «degenerata». Accadde a Weimar nel 1999, dieci anni dopo la caduta del Muro di Berlino. Il curatore Achim ...

Franco Fanelli, febbraio 2020

Vienna dice no all'iperturismo | 3. Più soldi, più qualità

Nella città più vivibile del pianeta i viennesi vogliono un radicale cambiamento: «No ai turisti, sì ai visitatori»

Due piccioni con una fava, per così dire: fare più soldi col turismo, e servire meglio la sostenibilità, con un occhio ai traguardi 4, 8, 9, 10, 11, 12 stabiliti dall’Onu e nella più ampia sinergia di interventi. Dunque, per esempio, meno bus e più turisti ...

Flavia Foradini, febbraio 2020

Vienna dice no all'iperturismo | 2. Origini dell'ascesa

Nella città più vivibile del pianeta i viennesi vogliono un radicale cambiamento: «No ai turisti, sì ai visitatori»

Così è nata e si è via via consolidata un’ascesa che, nonostante una flessione economica e politica verso gli anni Duemila, ha prodotto numeri nel complesso costantemente positivi, con musei, sale da concerto, teatri, ristoranti, imprese di intrattenimento ...

Flavia Foradini, febbraio 2020

Invasione nel mercato: arrivano i tedeschi DDR | 2

Cade l'ultimo muro

23mila opere dei pittori che Baselitz definì «pezzi di merda» tornano visibili al pubblico. Dopo trent’anni di damnatio memoriae, anche l’arte di regime dell’ex Germania Est è stata riabilitata. È cambiato il clima politico, ma a dare la spinta è anche ...

Anna Somers Cocks, febbraio 2020

Invasione nel mercato: arrivano i tedeschi DDR | 1

La riabilitazione degli artisti

Berlino. «Non ci sono artisti nella Ddr, se ne sono andati tutti... Gli artisti della Germania dell’Est non sono altro che cheerleader del regime, sono dei pezzi di merda», dichiarava nel 1990 Georg Baselitz dopo la riunificazione delle due Germanie.

Anna Somers Cocks, febbraio 2020

Vienna dice no all'iperturismo | 1. Città più vivibile

Nella città più vivibile del pianeta i viennesi vogliono un radicale cambiamento: «No ai turisti, sì ai visitatori»

La capitale austriaca detiene da dieci anni consecutivi la palma di città più «vivibile», che la società di consulenza Mercer assegna ogni anno scegliendo tra 231 metropoli del pianeta. E negli ultimi anni l’hanno premiata pure «The Economist» e «Condé Nast ...

Flavia Foradini, febbraio 2020

Marea a Venezia. Chi pagherà | 7. I Comitati privati

360 milioni di euro: a tanto ammonterebbe il danno ai soli beni pubblici dopo le ondate di marea eccezionale iniziate il 12 novembre

Nell’immediatezza, un ruolo non secondario hanno giocato i Comitati privati internazionali per la salvaguardia di Venezia: ben 21 afferenti a 11 Paesi, riuniti in un’apposita associazione presieduta da Paola Marini, già direttrice delle veneziane Gallerie dell’Accademia.

Veronica Rodenigo, febbraio 2020
 

Ricerca


GDA febbraio 2020

Vernissage febbraio 2020

Il Giornale delle Mostre online febbraio 2020

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2020

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012