Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com
musei

Il nuovo Rubell Museum: 7.200 opere di mille artisti

A Miami uno spazio con 40 sale espositive diretto da Juan Roselione-Valadez

Miami (Stati Uniti). Era il 1964 quando i coniugi newyorkesi Mera e Don Rubell, all’epoca lei insegnante e lui aspirante medico, acquisirono la loro prima opera d’arte. Oggi, 55 anni dopo, la loro collezione si compone di 7.200 lavori realizzati da oltre mille ...

Federico Florian, dicembre 2019

Hong Kong Museum of Art tra Oriente e Occidente

Il museo statale d’arte riapre dopo quattro anni in una città scossa dalla violenza delle proteste per la democrazia

Hong Kong (Cina). I preparativi per la riapertura dell’Hong Kong Museum of Art (HKMoA), il museo statale d’arte, hanno proceduto come da programma, nonostante l’escalation di violenza delle proteste a favore della democrazia che tengono la città sotto scacco da mesi.

Vivienne Chow, dicembre 2019

L'Atleta di Lisippo, confiscato, è ancora al Getty

Nonostante la sentenza della Corte di Cassazione, il museo si è sempre difeso affermando che «la statua non è né è mai stata parte del patrimonio culturale italiano»

Roma. A un anno dalla sentenza della Corte di Cassazione che il 3 dicembre 2018 ha respinto l’ultimo ricorso del Getty Museum di Malibu (Stati Uniti) e ha stabilito che l’Atleta vittorioso di Lisippo appartiene all’Italia, il prezioso reperto resta esposto ...

Edek Osser, dicembre 2019

Nel Togo riapre il postcoloniale Palais de Lomé

L’antico palazzo dei governatori restituito all'uso pubblico dopo un importante restauro

Lomé (Togo). Dopo numerosi rinvii e ritardi, il Palais de Lomé, già atteso nel 2017, restaurato e riconvertito in centro culturale, si inaugura il 22 novembre e apre le porte al pubblico il 26. L’ex palazzo coloniale, costruito tra il 1898 e il 1905, sede dei ...

Luana De Micco, novembre 2019

L’Albertina arriva prima sulla collezione Jablonka

Il museo austriaco si aggiudica la raccolta di 400 opere di arte tedesca e americana degli anni ’80 del collezionista, mercante e curatore

Vienna. Da quando nel 2017 Rafael Jablonka, collezionista, gallerista, mercante, curatore, annunciò di voler chiudere le sue attività in Germania, parecchi musei hanno sperato di aggiudicarsi la sua pregevole raccolta: 400 opere di arte tedesca e americana ...

Flavia Foradini, novembre 2019

La nuova cassaforte del Louvre

I depositi vanno a Nord: il più grande movimento di opere dalla seconda guerra mondiale

Liévin (Francia). Il nuovo Centro di conservazione del Louvre, che negli ultimi anni ha sollevato tante polemiche tra gli stessi conservatori del museo, è stato inaugurato lo scorso 8 ottobre. Circa 250mila opere saranno trasferite da Parigi verso il nuovo ...

Luana De Micco, novembre 2019

Un megadeposito per 27 musei nella nuova Mosca

Nel 2020 la costruzione di un complesso con spazi distintivi per i principali musei

Mosca. La Città di Mosca sta progettando un deposito all’avanguardia per 23 musei municipali e quattro istituzioni nazionali russe, tra cui la Galleria Tretyakov di Stato e Rosizo, la divisione Mostre del Ministero della Cultura. A ottobre, l’ufficio del sindaco ...

Redazione, novembre 2019

Uffizi mignon

Tra le novità, un Beato Angelico in una teca ad altezza bambini

Firenze. Nuovi allestimenti alle Gallerie degli Uffizi. Il «Nano Morgante» (1553 ca), il più celebre dei cinque buffoni che vissero alla corte di Cosimo I de’ Medici, ritratto da Agnolo Bronzino, torna a Palazzo Pitti, nella reggia dove Braccio di Bartolo, ...

Laura Lombardi, novembre 2019

Eike Schmidt: «Agli Uffizi c’è ancora molto da fare»

I prossimi obiettivi per il colosso da più di 4 milioni di visitatori all'anno

Eike Schmidt aspettava il ritorno di Franceschini e il nuovo impegno in favore dei musei per confermare la rinuncia a Vienna: dirigerà per altri 4 anni gli Uffizi, quasi completamente riallestiti con grande efficacia. Prossimi obiettivi: il Corridoio Vasariano ...

Carlo Accorsi, novembre 2019

James II, signore di Brera

Confermato per altri quattro anni, James Bradburne annuncia continuità, apertura alla città e che «sono finiti gli anni terribili di disaccordo con l’Accademia». Ma resta il nodo Citterio

Milano. Dopo un’estate burrascosa, durante la quale, all’inizio di agosto, James Bradburne, direttore generale della Pinacoteca e Biblioteca di Brera, aveva annunciato («con profonda tristezza») le sue dimissioni dall’incarico per i

Ada Masoero, novembre 2019
 

Ricerca


GDA dicembre 2019

Vernissage dicembre 2019

Il Giornale delle Mostre online dicembre 2019

Vedere a ...
Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Vedere a Torino 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012