Le case d'asta in Italia nel 2019 | CHRISTIE'S

La forza trainante del Novecento italiano

Mariolina Bassetti, direttrice di Christie's Italia
Michela Moro |

Milano. Nel 1958 Christie’s, casa d’aste londinese fondata nel 1776 da James Christie, inaugura il suo primo ufficio estero a Roma e nel 1969 a Firenze. Nel 1979 arriva a Milano, che con Roma, diventa il centro nevralgico per le Aste di Arte Moderna e Contemporanea. Dal 1998 Christie’s fa parte del Groupe Artémis di François Pinault. La parola a Mariolina Bassetti, Chairman di Christie’s Italia.

Com’ è andato il 2019, qual è la previsione per il 2020?
Il 2019 è andato molto bene, soddisfacente e ricco di novità. Il totale combinato delle due aste dedicate all’arte italiana di questo anno è stato pari a 44 milioni di euro circa. In occasione dell’Asta milanese di aprile, sulla scia degli eccezionali risultati della rinnovata asta londinese «Thinking Italian», abbiamo lanciato il nuovo format «Thinking Italian Milan», brand dedicato esclusivamente a eccellenti opere di arte italiana,
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Michela Moro