Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Opinioni

La libertà nella clausura | THOMAS DEMAND

Le voci degli artisti nel coprifuoco da coronavirus

Thomas Demand. Foto di Brigitte Lacombe

«In fila per il pane: Isamu Noguchi ha scritto sui Giardini Rocciosi Giapponesi che “se la scultura è roccia, è anche lo spazio tra rocce a tra la roccia e l’uomo, e la comunicazione e contemplazione nel mezzo”. Di conseguenza, la nostra consapevolezza e l’uso dei parametri spaziali sta per mutare in una proiezione non sorprendentemente nevrotica: la distanza è ora una virtù. Toccare non è desiderabile.

Ricalibreremo la nostra distanza rispetto altri individui in una stanza, sarà una misura di educazione. Il desiderio di compagnia diventerà essenziale, ma determinato da regole sulla quali non abbiamo influenza, non ci incontriamo per salvare gli altri.

Le persone dovranno far fronte alla propria immaginazione più di prima poiché non possiamo andare dove vogliamo. Lo spazio immaginato sarà uguale a quello fisico, non dimenticheremo la strada vuota, riconosceremo il modello dietro il piano.

Il contrasto tra vero dolore e preoccupazioni accessorie sarà più evidente. L’attività mentale gira in circuiti sempre più piccoli: un'immersione a spirale senza l’intrattenimento che ci era stato promesso. La produttività diminuisce: gli artisti lo sanno, siamo specialisti nella gestione dell’assenza.

La solitudine non è difficile da sopportare come un pensiero. Alla fine ricorderemo che la nostra interazione con l’arte è una relazione uno a uno, non una narrazione o non uno spettacolo teatrale. Guardare un Holbein significa anche guardare un essere umano sopravvissuto alla peste».

a cura di Laura Lombardi, edizione online, 7 maggio 2020



GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012