Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Opinioni

Italia interrotta: fenomenologia dello stile

Le opere iniziate e mai finite non si contano in Italia

Il Centro congressi del G8 a La Maddalena, Sassari

«Che cos’è uno stile? Tratto che accomuna e distingue, che identifica e coglie il segno di un’epoca. Ricaduta estetica, etica, antropologica. Pratica ripetibile, che sedimenta, stratifica, trova epigoni e variazioni. Fenomeno che fa scuola pur in assenza di un’accademia. Solco che attraversa territori e gruppi sociali, ne informa i comportamenti, ne marchia le rappresentazioni, plasma la percezione delle comunità. Riconoscibile. Per analogia capace di evocare similitudini, individuare discontinuità. [...] Racconto di un mondo e di un tempo attraverso una cifra, un segno, una griffe, una coerenza interna. Tutto questo, per essere tale, ha anche bisogno di essere consapevole? Non credo. [...] Semisfere, torri, cubi. Asfalti, cementi. Armati. Vetro, acciaio. Ordigni puntati verso l’alto, o l’ambiente intorno. Grigio, in tutti i toni. Crema, azzurro tenue. Al limitare sterpaglia, gramigna, vegetazione incontrollata. Dai bordi, dalle crepe. Ospedali, uffici amministrativi, strutture per lo sport. Svincoli, cavalcavia, autostrade. Complessi industriali, centrali energetiche. Uno stile è metafora. [...] Spazio puro, astratto, e al tempo stesso forte, concreto, presente. Puro motore economico, vettore finanziario, macchina-profitto che alimenta se stessa in perfetto equilibrio. L’opera incarna il sogno del liberismo contemporaneo. Lo realizza. La fabbrica senza operai, l’ospedale senza malati, l’università senza studenti. La città priva di abitanti. [...] Strategia, scelta. Economia, drenaggio di risorse pubbliche e private. Produzione di reddito e sua distribuzione. Controllo del territorio, e della forza lavoro che lo popola. Gestione dei flussi, finanziari e migratori. Analisi acuta e di lungo periodo sul funzionamento del potere, sul suo mantenimento. [...] Quaranta e più anni che hanno inciso in profondità il suolo e la carne del paese, ne hanno plasmato l’ambiente e la comunità. Si sono stratificati, prima sulla superficie, poi nella memoria, nella coscienza, nell’immaginario collettivo». 

Wu Ming
collettivo di scrittori

L'ITALIA INTERROTTA
Malaffare, clientelismo, incompetenza e improvvisazione hanno partorito in Italia una spropositata quantità di edifici incompiuti. I due gruppi di architettura Alterazioni Video e Fosbury Architecture hanno condotto una ricerca per oltre un decennio, dunque a partire dall’inizio della più grande crisi economica dal dopoguerra, che ha prodotto anche una mappatura di queste opere incompiute che sono distribuite un po’ dovunque. «Incompiuto: Nascita di uno Stile», è il titolo del volume recentemente pubblicato da Humboldt Books, da cui è tratto il brano pubblicato.

Wu Ming, da Il Giornale dell'Arte numero 393, gennaio 2019


Ricerca


GDA luglio/agosto 2019

Vernissage luglio/agosto 2019

Il Giornale delle Mostre online luglio/agosto 2019

Ministero luglio 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Calabria 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Vedere in Trentino luglio 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012