Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Giorno per giorno nell’arte

Giorno per giorno nell'arte | 8 luglio 2020

Il Met crea un fondo per le «diverse storie dell'arte» | Alle Gallerie dell'Accademia in 10mila dopo il lockdown | Confiscato un Jordaens a un boss della mafia | La giornata in 17 notizie

Uno scorcio d'interni delle Gallerie dell'Accademia a Venezia, che dalla riapertura ha già staccato 10mila biglietti

Il Metropolitan Museum of Art di New York crea un fondo per le «diverse storie dell'arte». In risposta alla crescente pressione dal suo interno, il Met a New York ha manifestato l'intenzione di istituire un fondo di 3 milioni di dollari per «sostenere iniziative, mostre e acquisizioni nel campo di storie dell'arte differenti». «Abbiamo imparato molto nelle scorse settimane, e tenuto molte importanti discussioni», hanno scritto in un post di un blog il direttore del museo Max Hollein e il presidente e ceo Daniel H. Weiss. «Oggi condividiamo una serie di impegni come un passo ulteriore per la creazione di un'istituzione più aperta, accogliente e giusta». [artnet.com]

Musei più visitati dopo il lockdown: alle Gallerie dell'Accademia di Venezia 10mila visitatori.
Tra i primi musei italiani ad aver riaperto i battenti, il 26 maggio scorso, le Gallerie dell'Accademia di Venezia hanno raggiunto finora circa 10mila visitatori, garantendo un servizio continuativo con bigliettazione ordinaria dal martedì alla domenica, dalle 8.15 alle 19.15. [Ansa]

Confiscato un Jordaens a un boss della mafia. Rosario Marchese, imprenditore al servizio dei clan di Gela, aveva una grande passione per l’arte. Due anni fa aveva comprato «Flora, Sileno e Zefiro» di Jacob Jordaens: valore stimato, 6 milioni di euro. ll manager dei boss l’aveva acquistato da una famiglia nobile milanese, un mese dopo l’aveva utilizzato per aumentare il capitale della società capogruppo della sua holding. E l’aveva sistemato nel caveau di una società che si occupa della custodia di opere d’arte. Ora, il quadro è stato confiscato, assieme al patrimonio del manager siciliano trapiantato a Brescia. [la Repubblica]

Come i musei britannici si stanno organizzando per riaprire dopo il lockdown. Charlotte Higgins fa un giro in Gran Bretagna per comprendere le linee generali delle misure di sicurezza prese da diversi musei britannici che stanno riaprendo in questi giorni. [The Guardian]

Il Covid-19 come un riequilibratore delle «blue chips» del mercato dell'arte? Alcuni dei grandi nomi del mercato dell'arte potrebbero essere scalzati dai loro piedestalli pre-pandemia e nuovi nomi promossi al pantheon dell'«arte come investimento», dice l'analista Scott Reyburn, che guarda anche ai corsi e ricorsi storici del mercato dell'arte. [The Art Newspaper]

Iseppi, presidente del Touring: «Borghi e cammini per rilanciare il turismo. Ma serve una regia». Franco Iseppi, presidente del Touring Club Italiano dal 2010, sogna di viaggiare lungo i 4mila chilometri di costa italiana praticabili. Nell'intervista a Carlotta Lombardo esorta all'azione: «Siamo il Paese più attrattivo del mondo ma non siamo più leader». [Corriere della Sera]

Tra i beneficiari «artistici» delle sovvenzioni Usa contro il lockdown, anche Jeff Koons e Gagosian. Jeff Koons, la Gagosian Gallery e molti altri attori di primo piano (tra cui musei) sulla scena dell'arte internazionale hanno goduto delle sovvenzioni federali di stimolo all'economia dopo il lockdown negli Stati Uniti. A Koons sono andati tra 1 e 2 milioni di dollari; agli artisti Dan Colen, Daniel Arsham, Sterling Ruby e Tom Sachs un versamento di almeno 150mila dollari; alle gallerie Pace, Gagosian e Zwirner (che hanno tagliato posti di lavoro) contributi tra i 2 e i 5 milioni di dollari. Tra i musei «gratificati», il Whitney, il Philadelphia Museum of Art e il SFMoMA di San Francisco. [artnet.com]

La Fiac a Parigi si terrà regolarmente, nonostante il coronavirus. Gli organizzatori della fiera parigina di arte contemporanea sono determinati a mantenere la manifestazione il prossimo ottobre, anche se i mercanti pongono la questione cruciale se i collezionisti statunitensi saranno disponibili a venire in Europa quest'autunno. [The Art Newspaper]

Restituite sei sculture settecentesche a una chiesa del Napoletano.
Sei sculture in marmo raffiguranti angeli e putti, attribuite al settecentesco Domenico Antonio Vaccaro, sottratte fra il 1970 e il 1999 dalla chiesa di Santa Maria del Plesco di Casamarciano (Na) vengono oggi restituite dal Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale (Tpc) di Roma al vescovo di Nola Francesco Marino nel corso di una cerimonia in programma alle 11 nella Diocesi di Nola (Na). [Ansa]

Nel 2021 una mostra su Dante a Forlì, con capolavori da tutto il mondo. «Per celebrare Dante Alighieri nei settecento anni dalla morte del Sommo poeta, il prossimo anno, stiamo organizzando una grande mostra a lui dedicata. Sarà a Forlì, luogo fortemente simbolico, perchè in quelle terre l'autore della Commedia trascorse alcuni anni del suo esilio». Lo ha preannunciato ieri Eike Schmidt, che parteciperà domani a Firenze, con il sindaco del capoluogo toscano Dario Nardella, il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini e il sindaco di Forlì Gian Luca Zattini alla presentazione ufficiale del progetto. [AgCult]

Riaperture


A Ercolano (Na) la biglietteria «fisica». Da oggi 8 luglio riapre al pubblico la biglietteria del Parco archeologico di Ercolano. E così turisti e gruppi di visitatori, oltre a poter acquistare on line i biglietti potranno farlo anche in presenza. La biglietteria sarà aperta con orario 10.30-19.30 (ultimo ingresso ore 18.00) e con giorno di chiusura settimanale il martedì. Altra novità di rilevo, il ritorno di Campania Artecard, il pass storico del turismo culturale promosso dalla Regione Campania. [Ansa]

L'Art Gallery of Ontario a Toronto. A Toronto l'Art Gallery of Ontario, che ha riaperto le porte il 2 luglio scorso per i membri del museo e per i detentori dell'abbonamento annuale, tornerà accessibile al pubblico «generalista» il 23 luglio. [The Art Newspaper]

La cattedrale di Salisbury. Oggi i visitatori possono entrare nella cattedrale di Salisbury, che per il suo 800mo anniversario festeggia con una mostra dell'artista Grayson Perry. Si pensa di poter ospitare 600 viistatori al giorno. [The Guardian

A Firenze il Museo di Santa Maria Novella. Il Museo di Santa Maria Novella a Firenze sarà di nuovo visitabile dal 10 luglio nelle giornate di venerdì e sabato, con orario 10-17, e di domenica con orario 13-17.

A Firenze il Forte di Belvedere. Riapre a Firenze il Forte Belvedere, dall’11 luglio tutti i giorni ad eccezione del lunedì, con orario 15-20, ad accesso gratuito. Lo prevede una delibera proposta dall’assessore Tommaso Sacchi e approvata dalla giunta.

A Tusa (Me) l'area archeologica di Halaesa Arconidea. Riapre oggi 8 luglio al pubblico l’Area archeologica di Halaesa Arconidea, antica città siculo-greca situata nel territorio del comune di Tusa in provincia di Messina

A Milazzo (Me) l’Antiquarium. Riapre oggi l'Antiquarium di Milazzo che si trova in un’ala del «Quartiere degli Spagnoli», realizzato nel XVI secolo a difesa della cittadella fortificata.

Redazione, edizione online, 8 luglio 2020



GDA409 Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vernissage Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale di Economia Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale delle Mostre Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere in Emilia-Romagna

GDA409 Vedere nelle Marche

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012