Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Giorno per giorno nell’arte

Giorno per giorno nell'arte | 3 luglio 2020

Flop digitale per i musei | In Francia altri fondi alla cultura | La preoccupazione delle guide | Dopo l'inchiesta sulla Fabbrica di S. Pietro, un'ispezione allo Ior | La giornata in 14 notizie

La cupola della Basilica di San Pietro. L'indagine sulla Fabbrica di San Pietro è partita, tra l'altro, dalla scoperta di alcune irregolarità negli appalti per i lavori di restauro al Cupolone

Durante il lockdown la cultura si è spostata sul digitale: ma per i musei è un flop. Durante il lockdown in Italia sono cresciuti i consumi televisivi (+47%), la lettura di libri (+14%), l'ascolto di musica (+7%). Se il 34% ha utilizzato in misura maggiore le piattaforme in streaming a pagamento e un lettore su sei ha abbandonato la versione cartacea dei quotidiani per quella digitale, gli spettacoli dal vivo in digitale e le visite virtuali ai musei e ai siti archeologici hanno registrato un flop. È quanto emerge da un'inchiesta svolta da Impresa Cultura Italia-Confcommercio, in collaborazione con la società di sondaggi e ricerche di mercato Swg sugli effetti del Covid-19 sui consumi culturali degli italiani. [AgCult]

In Francia nuove sovvenzioni alla cultura e ai mezzi d'informazione. Il crollo del giro d'affari del settore cultura legato alla crisi sanitaria è valutato in Francia a 22,3 miliardi di euro rispetto alle cifre del 2019: è una perdita del 25%. Il ministro della Cultura francese Franck Riester ha annunciato una serie di aiuti finanziari per rispondere a queste conseguenze devastanti della pandemia. [Le Monde]

La preoccupazione delle guide turistiche al Senato.
Tra le audizioni svoltesi in Senato, presso la Commissione Istruzione pubblica e beni culturali, sull’impatto del Covid-19 nel settore della cultura, è stata ascoltata ieri pomeriggio l’Agta (Associazione Guide Turistiche Abilitate). La presidente nazionale, Isabella Ruggiero, dopo aver sottolineato che le guide sono state colpite molto duramente dalla crisi dovuta alla pandemia poiché, oltre alla fragilità dei liberi professionisti, presentano la debolezza della stagionalità propria del turismo, ha focalizzato l'attenzione su due problematiche che, ha affermato, «rischiano non solo di aggravare ulteriormente la crisi lavorativa ma di spazzare via la categoria»: l’impedimento di svolgere la professione nei musei e monumenti pubblici e l'attuale chiusura, parziale o totale, di tanti musei e monumenti. [AgCult]

Un'ispezione generale allo Ior qualche giorno dopo l'avvio di un'inchiesta sulla Fabbrica di San Pietro. Intervista di Carlo Marroni a Carmelo Barbagallo, ex capo della vigilanza di Bankitalia messo alla testa dell'ente di controllo sull'istituto di credito vaticano, all'indomani dell'avvio di un'inchiesta sulla Fabbrica di San Pietro e la nomina, da parte di papa Francesco, di un Commissario Straordinario per la Fabbrica nella persona del nunzio apostolico in pensione Mario Giordana. [Il Sole 24 Ore]

Il ministro della Cultura francese Franck Riester resterà o no al suo posto? In carica da ottobre 2018, si rincorrono le voci sul ministro francese della Cultura Franck Riester, che vorrebbe restare in carica. Ma nel giorno delle dimissioni del governo in carica nel Paese transalpino, si fanno anche nomi di possibili sostituti. [Le Figaro]

La furia contro le statue razziste. Perché, negli Stati Uniti, in Gran Bretagna e in Francia, statue e monumenti visti come simboli del suprematismo bianco sono stati sfregiati, abbattuti, rimossi? Città per città, tre grandi mappe delle contestazioni dopo la morte di George Floyd. Un servizio speciale. [Corriere della Sera]

Erdogan vuole nuovamente trasformare Santa Sofia a Istanbul in moschea. Aghia Sophia è passata da basilica a museo tra i più visitati al mondo: ora il presidente turco vuole destinarla ai musulmani. [Corriere della Sera]

La «Black Presence» agli Uffizi.
Prenderà il via domani 4 luglio il progetto «Black Presence» su opere degli Uffizi che hanno come protagonisti personaggi africani, storici, biblici o mitologici. Sulla piattaforma Tik Tok, dalle 20, Justin Randolph Thompson, direttore del Black History Month Florence, festival fiorentino della cultura nera, in una passeggiata nel museo racconterà alcune opere. Dalle 21 su Facebook, sempre in diretta dagli Uffizi, il polistrumentista del Burkina Faso Gabin Dabirè si esibirà con strumenti tradizionali africani davanti al «Perseo che libera Andromeda» di Piero di Cosimo. Inoltre verranno postati su Fb ogni sabato 8 video, in cui Thompson illustrerà i dipinti della rassegna tra cui i ritratti dei re di Abissinia ed Etiopia realizzati nel '500 da Cristofano dell'Altissimo su incarico di Cosimo I de' Medici, l'«Adorazione dei Magi» di Albrecht Dürer, in cui uno dei re ha tratti africani, il trio di popolani ripreso dal fiammingo Justus Sustermans in «Domenica delle Cascine, la Cecca di Pratolino e Pietro Moro». [Ansa]

I «Soli neri» di scena al Louvre-Lens. Marc Zitzmann ha visitato al Louvre-Lens, l'antenna del museo francese nella regione del Pas-de-Calais, la mostra «Soli neri» (aperta fino al 25 gennaio), dedicata alle immagini notturne, alle tenebre come emblema del dolore, del sapere e del potere. [Frankfurter Allgemeine Zeitung]

Dopo accuse di razzismo, il Guggenheim di New York apre un'indagine sulla mostra di Basquiat. Poiché quasi un quarto dei dipendenti del museo newyorkese ha firmato una lettera che accusava i dirigenti del museo di razzismo e cattiva amministrazione, il museo ha dato incarico a un avvocato di avviare un'indagine esterna e indipendente su circostanze avvenute in occasione della mostra su Jean-Michel Basquiat tenutasi nel 2019 nel museo newyorkese. [The New York Times]

Takashi Murakami sull'orlo della bancarotta.
L'artista giapponese Takashi Murakami, star del mercato dell'arte internazionale, rivela di essere sull'orlo della bancarotta. In un video di 15 minuti postato su Instagram Murakami racconta ai fan la storia della sua «catastrofe economica». È stato costretto dal Covid-19 a sospendere molte delle sue produzioni, tra cui quella del lungometraggio di fantascienza «Jellyfish Eyes Part 2 Mahashankh» su cui era al lavoro da ben nove anni. [Ansa]

La National Gallery riapre la «Room 32». La Room 32 (la sala più grande e una delle più visitate della National Gallery, con dipinti italiani del Seicento di artisti come Caravaggio, Artemisia e Orazio Gentileschi, Guido Reni e Guercino) riapre questo mese con un riallestimento più ricco, dopo un intervento durato 21 mesi.

Murate nella Chapelle Expiatoire di Parigi le ossa dei ghigliottinati della Rivoluzione. Un celebre monumento storico e religioso di Parigi, la Chapelle Expiatoire, situata presso place de la Concorde, contiene nelle sue mura i resti di quelli che potrebbero essere almeno 500 individui ghigliottinati durante la Rivoluzione francese. La scoperta è stata effettuata durante un sopralluogo del guardiano della cappella, Aymeric Peniguet de Stoutz, insieme con un archeologo, dopo che erano state notate delle curiose anomalie sulle pareti dell'edificio. [La Stampa]

La casa d'aste Phillips vende il 100% del suo catalogo di arte contemporanea. La casa d'aste Phillips ha tenuto la vendita serale di arte contemporanea, con un incasso totale di 41 milioni di dollari e una percentuale di venduto del 100%. Hanno superato le stime Matthew Wong e Amoako Boafo, mentre Titus Kaphar, Christina Quartes e Ali Banisadr hanno battuto i loro record d'asta. [artnet.com]

Redazione, edizione online, 3 luglio 2020


  • La basilica di Santa Sofia ad Istanbul

GDA409 Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vernissage Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale di Economia Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale delle Mostre Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere in Emilia-Romagna

GDA409 Vedere nelle Marche

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012