Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Giorno per giorno nell’arte

Giorno per giorno nell'arte | 6 aprile 2020

L'Aquila 11 anni dopo il terremoto | Il Santo Sepolcro chiuso dopo 700 anni: ancora per un'epidemia | Almodóvar artista per il Museo di Hollywood | La giornata in 12 notizie

Il Palazzo del Governo all'Aquila nei giorni immediatamente successivi al terremoto

Il presidente Mattarella per l'Aquila. Nell'anniversario del terremoto che colpì tra il 5 e il 6 aprile 2009 il capoluogo abruzzese, facendo 309 vittime e colpendo gravemente il patrimonio artistico della città, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella coglie l'occasione per indirizzare «sentimenti di vicinanza e solidarietà a tutti gli aquilani, a quanti nei paesi e nei borghi limitrofi hanno condiviso sia quei momenti tragici sia gli affanni della ripartenza, ai nostri concittadini di numerosi altri territori del Centro Italia che, nel breve volgere di pochi anni, si sono trovati a vivere drammi analoghi e ora sono impegnati, come a L'Aquila, per restituire a se stessi e all'Italia la pienezza della vita sociale». [Ansa]

Chiuso il Santo Sepolcro. Porte sbarrate all'ingresso della chiesa del Santo Sepolcro a Gerusalemme. Un'immagine che non si vedeva da 700 anni, al tempo della grande peste del Trecento, e che riassume la portata epocale dell'epidemia di coronavirus di questi giorni. [La Stampa]

Almodóvar creerà un'installazione per il Museo di Hollywood. Il regista Pedro Almodóvar realizzerà un'installazione artistica per l'Academy Museum of Motion Pictures a Hollywood, la cui apertura è prevista per il momento per il prossimo 14 dicembre e che probabilmente diventerà un luogo di pellegrinaggio per i cinefili di tutto il mondo. Parteciperanno all'inaugurazione, oltre ad Almodóvar, anche il regista americano Spike Lee, la musicista islandese Hildur Gudnadottir (che ha vinto l'Oscar per la colonna sonora del film «Joker») e il progettista del suono americano Ben Burtt. [El País]

Il restauro della villa protorinascimentale di Teresa Enríquez.
Teresa Enríquez (1450-1529), donna spagnola colta, mecenate, collezionista, amica della regina Isabella, alla morte del marito nel 1503 avrebbe dovuto chiudersi in un convento, ma si rifiutò. Con il suo ingente patrimonio finanziò la costruzione della prima città protorinascimentale del regno, la Ciudad de Dios, che eresse su un territorio di circa 25 ettari presso l'attuale area urbana di Torrijos, comune della comunità autonoma di Castiglia-La Mancia. Si sta finendo il recupero dell'Hospital de la Santísima Trinidad, che in qualche settimana sarà accessibile per le future visite. [El País]

Ma nei giorni del coronavirus la cultura scompare? La scrittrice, saggista e docente Estrella de Diego si chiede se in questi tempi di epidemia la cultura non debba farsi sentire a voce molto più alta; altrimenti si potrebbe pensare che essa sia qualcosa di frivolo e superfluo, e non invece qualcosa che cura e che consola. [El País]

Anche i giardini storici francesi fioriscono online. I giardini e parchi storici dei castelli francesi (Chambord, Cheverny, Fontainebleau ecc), anch'essi chiusi per coronavirus, necessitano nondimeno del lavoro di manutenzione dei giardinieri, e mettono sui loro siti le immagini delle fioriture primaverili. La solitudine di questi luoghi in questi giorni è affascinante, talvolta addirittura commovente. [Le Figaro]

Da oggi il Raffaello degli Uffizi in tour (virtuale). Per tre giorni a partire da oggi, data dell'anniversario della morte di Raffaello, le Gallerie degli Uffizi offrono un tour virtuale tra i capolavori dell'Urbinate lì conservati. Un viaggio in tre tappe tra le opere dell'artista di cui, come spiega il direttore degli Uffizi Eike Schmidt, le Gallerie fiorentine ospitano «la più alta concentrazione al mondo di capolavori: è un privilegio condividerli online». [Ansa]

Scoprire la Parigi del 1928 in un film. Il quotidiano francese «Le Figaro» propone quattro filmati realizzati a Parigi nel 1928, immediatamente prima del periodo della Grande Depressione, dal cineasta e regista André Sauvage. Una finestra inedita e affascinante sugli Anni Ruggenti («les Années Folles») della capitale francese. [Le Figaro]

Il Parco di Egnazia online. Il Museo e Parco archeologico Nazionale di Egnazia (antica città della Puglia situata nei pressi di Savelletri di Fasano, Br), protagonista di una storia di 3.500 anni, dall'Età del Bronzo al Medioevo, aderisce alla campagna di comunicazione «La cultura non si ferma», promossa dal Mibact e pubblica un video su Youtube. [Ansa]

Il teatro-museo Dalí è visitabile online. Dotato di una tecnologia d'avanguardia e arricchito con dei nuovi contenuti, riapre sul sito della Fundació Gala-Salvador Dalí il teatro-museo Dalí, in un tour che include nove gallerie e due corridoi pieni di arte del maestro spagnolo. [Il Giornale dell'Arte]

John Heartfield è nella rete. La mostra «John Heartfield. Fotografia più dinamite», che si sarebbe dovuta aprire  all'Akademie der Künste di Berlino il 21 marzo, è stata rimandata sine die, ma l'opera di questo leggendario artista del fotomontaggio (1891-1968) è visitabile su Internet sulla pagina «Heartfield online» dell'Accademia berlinese. [Frankfurter Allgemeine Zeitung]


Addii


La scomparsa di Renato Danese.
È morto nella sua casa di Westerly, Rhode Island, il 2 aprile, all'età di 76 anni, il gallerista americano Renato Danese, che insieme con Carol Corey resse la galleria newyorkese Danese/Corey per oltre un ventennio. Iniziò a lavorare in uno spazio di arte indipendente di Washington (che poi confluì nella ora defunta Corcoran Gallery), dove conobbe artisti come Arshile Gorky, Frank Stella, Robert Rauschenberg, Jasper Johns. Fu curatore al Baltimore Museum of Art, e negli anni ’80 e ’90 collaborò con la Pace Gallery. [Artforum]

Redazione, edizione online, 6 aprile 2020


  • Veduta del centro storico dell'Aquila

GDA409 Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vernissage Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale di Economia Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale delle Mostre Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere in Emilia-Romagna

GDA409 Vedere nelle Marche

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012