Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 22 gennaio 2020

I portici di Bologna per la lista Unesco | Una teca di vetro per San Marco? | Van Maris lascia Tefaf | La giornata in 10 notizie

Uno scorcio dei portici di Bologna

I portici di Bologna candidati alla Lista Unesco. Il Consiglio direttivo della Commissione nazionale italiana per l’Unesco ha deciso ieri che la candidatura italiana per il 2020 alla lista del Patrimonio Mondiale saranno i portici di Bologna. Nel capoluogo emiliano i portici coprono una lunghezza di 62 km, di cui 42 nel solo centro storico. L’esito si conoscerà nel 2021 a Parigi. [la Repubblica]

La Basilica di San Marco in una teca di vetro? Per ora è solo un progetto dell’ufficio tecnico della Procuratoria di San Marco. La Basilica di San Marco a Venezia potrebbe essere circondata da lastre di vetro trasparente, alte un metro e venti, lungo il perimetro della chiesa, atte a proteggere il monumento dall’effetto corrosivo dell’acqua alta. [la Repubblica]

Patrick van Maris lascia Tefaf. Il presidente e chief executive della fiera d’antiquariato Tefaf di Maastricht, Patrick van Maris, ha annunciato che lascerà l’incarico alla fine di maggio (chiudendo quindi con la prossima edizione di Tefaf, che si terrà dal 7 al 15 marzo). Van Maris ha rivestito questa carica per cinque anni: è sotto la sua presidenza che Tefaf ha esportato il prorpio format negli Stati Uniti, dando vita alle fiere «Tefaf New York Fall» e Tefaf New York Spring», ospitate alla Park Avenue Armory. [The Art Newspaper]

Allarme per il restauro della pala d’altare di Gand. Naaman Zhou lancia un grido di allarme per il restauro della pala d’altare di Gand con l’«Adorazione dell’Agnello Mistico», di Hubert e Jan van Eyck, che ha lasciato molti «senza parole». Lo «Smithsonian Magazine», ad esempio, parla di un agnello «preoccupantemente umanoide». [The Guardian]

Un dipinto di Bronzino sequestrato in Francia. È un falso?
Il 20 gennaio le autorità doganali francesi hanno sequestrato un dipinto di Agnolo Bronzino, facente parte della collezione Alana, che era oggetto insieme ad una scelta di altre opere della stessa raccolta di una mostra al Musée Jacquemart-André di Parigi, chiusasi proprio il 20 gennaio. Il dipinto, che raffigura San Cosma, pare possa provenire dal mercante d’arte Giuliano Ruffini, che è sotto inchiesta per aver venduto molte opere di pittura antica tra cui alcuni falsi. [The Art Newspaper]

Il museo della lingua italiana nascerà a Firenze. Nel corso della cerimonia di apertura dell’anno accademico a Firenze il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha indicato il capoluogo toscano come luogo ideale per ospitare il museo della lingua italiana. Il sindaco della città Dario Nardella ha detto che «nell’arco di un paio di settimane» si individueranno «due o tre luoghi da proporre al governo» come sede. [Corriere della Sera]

È nata una Fondazione per la Biblioteca Capitolare di Verona. La Biblioteca Capitolare di Verona si costituisce in Fondazione. Il presidente, monsignor Bruno Fasani, intende «sviluppare tre aree di attività fortemente connesse tra di loro: la consultazione, la ricerca e l’attività museale». [Ansa]

Restaurato per Opera Tua un dipinto attribuito a Giovanni Venanzi. Un dipinto raffigurante una «Madonna con Bambino, sant’Andrea e tre angioletti», attribuito a Giovanni Venanzi (1627-1705), appartenente alle collezioni dei Musei Civici di Pesaro, è stato restituito a questi ultimi dopo un restauro reso possibile dal voto dei soci di Coop Alleanza 3.0 per l’edizione 2019 di Opera Tua, progetto di sostegno della cultura attraverso valorizzazione e recupero di opere d’arte del territorio. [Ansa]

Pubblicato in Gazzetta il Regolamento per la riorganizzazione del Mibact, in vigore dal 5 febbraio. È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto ministeriale «Regolamento di organizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo», che entrerà in vigore il 5 febbraio. L’organico complessivo sarà di 18.998 unità, con 192 dirigenti di seconda fascia e 27 di prima. Tra le novità, la nascita dell’Istituto Centrale per la Digitalizzazione e alcuni nuovi musei autonomi. [AgCult]

A Madrid apre il primo museo (online) di cinema autobiografico. Nell’epoca dei selfie, a Madrid apre il Moca (Museo Online de Cine Autobiográfico), un’iniziativa che offre gratuitamente in rete una selezione di filmati domestici e amatoriali. Si parte con una mostra di autori canadesi. [El País]

Redazione, edizione online, 22 gennaio 2020


Ricerca


GDA marzo 2020

Vernissage marzo 2020

Il Giornale delle Mostre online marzo 2020

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012