Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 13 dicembre 2019

Il Colosseo nel 2020 | Un bufalo di 44mila anni fa in Indonesia | La più antica iscrizione runica in Italia | La giornata in 10 notizie

Veduta aerea del Parco archeologico del Colosseo

Tutte le novità del Parco del Colosseo nel 2020. Forte di numeri forti per la stagione passata (oltre 7 milioni di visitatori nel 2019, con introiti per oltre 50 milioni di euro), il parco archeologico del Colosseo a Roma ha annunciato le novità per il prossimo anno. Tra esse una grande arena, mobile e tecnologica; il restauro del «passaggio di Commodo» e dell'affresco di Roma e Gerusalemme; una nuova passeggiata archeologica, «Primordia Urbis», nell'area che va dal Foro Boario alle pendici meridionali del Palatino verso il Circo Massimo; un progetto per la Domus Tiberiana con la riapertura del Clivo della Vittoria, un programma di mostre che comprende quella sul rapporto tra Roma e Pompei e una dedicata a Raffaello nella Domus Aurea, in occasione delle celebrazioni del cinquecentenario dalla morte dell'artista. [Ansa]

Un bufalo dipinto 44mila anni fa
. Ritrovato sul soffitto di una grotta nell'isola di Sulawesi in Indonesia quello che si pensa sia il più antico dipinto mai realizzato da mano umana. Sembra raffigurare un bufalo trafitto da lance, ma ciò che più conta è la sua età: 44mila anni. E potrebbero essercene altri nel complesso di grotte dove è stato rinvenuto, una zona che gli esploratori hanno appena cominciato a indagare. [La Stampa]

La più antica iscrizione runica d'Italia.
La direttrice della sezione di Antichità dei Musei Reali di Torino Gabriella Pantò ha scoperto a Belmonte nel Canavese (in provincia di Torino) la più antica iscrizione runica finora mai trovata in Italia. Risale al IV secolo d.C., ed è stata incisa su un antico fuso rinvenuto in realtà già nel 1970, ma dimenticato dentro un cassetto senza mai essere stato mostrato a occhi esperti. [La Stampa]

Famosa scultura di Rodin donata al V&A. Modellata in gesso e fusa in bronzo, la scultura del ballerino russo Vaclav Nizinskij realizzata da Auguste Rodin nel 1912, quando fece scandalo al punto da venir giudicata come una «bestialità erotica», è stata donata al Victoria & Albert Museum di Londra, dove sarà esposta nella galleria dedicata al teatro e alle arti dello spettacolo. [The Guardian]

La casa natale di De Gaulle ha bisogno di rifarsi il look. La direttrice della casa-museo del generale Charles de Gaulle a Lille presenta la pubblica sottoscrizione di fondi lanciata dalla Fondazione per il Patrimonio francese con l'obiettivo di raccogliere i 2,5 milioni di euro necessari per i lavori di ripristino (l'anno prossimo si celebreranno i 130 anni dalla nascita). [Le Figaro]

Un fenomeno in crescita. Le mostre di gioielli, sia antichi sia moderni, si sono ormai ritagliate un posto nei maggiori musei del mondo, perché attirano una fetta sempre maggiore di pubblico, incuriosito sia dalle gemme che dalle storie dei proprietari, spesso famosi. [Le Figaro]

Zapata diventa un'icona gay. Fa discutere in Messico la scelta del direttore del Palazzo delle Belle Arti, che in occasione di una mostra dedicata al centenario della morte del rivoluzionario messicano Emiliano Zapata ha messo in mostra anche un ritratto dell'eroe raffigurato in maniera ben diversa da come lo ricorda la tradizione rivoluzionaria, ossia vestito solo di cappello rosa e tacchi a spillo, in sella a un cavallo bianco. [la Repubblica]

La Fondazione Miró promuove l'arte contemporanea. Presentata ieri la nuova stagione del Centro per gli studi di Arte contemporanea di Barcellona, fondato nel 1975 da Joan Miró, con la quale la Fondazione intitolata al pittore spagnolo conferma la sua aspirazione a essere un centro di riferimento non solo per lo studio dell'arte di Miró, ma per l'arte contemporanea internazionale in generale. [El País]

Libeskind sotto la Mole. L'archistar internazionale Daniel Libeskind è stato ieri in visita per la prima volta al Museo del Cinema di Torino, rilasciando dichiarazioni che possono far pensare a una sua prossima collaborazione con l'Ordine degli Architetti per un progetto di rinnovamento del museo. [La Stampa - Torino]

Il libro più caro del mondo. C'è attesa da Sotheby's a New York per la messa in vendita all'asta del prossimo 18 dicembre di una copia di The Birds of America, opera in quattro volumi stampati a Londra tra il 1827 e il 1838. Con una valutazione di partenza attorno ai 7 milioni di dollari, è il libro più costoso della storia (Bibbie escluse). [il Fatto Quotidiano]

Redazione, edizione online, 13 dicembre 2019


Ricerca


GDA gennaio 2020

Vernissage gennaio 2020

Il Giornale delle Mostre online gennaio 2020

RA Case d

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2020

Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012