Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 20 febbraio

Per l'arte razziata un enorme database | La morte di Lagerfeld | Ancora sul «Salvator Mundi» | La giornata in 14 notizie

Soldati statunitensi trasportano opere d'arte razziate dai nazisti e immagazzinate nel castello di Neuschwanstein in Germania. NARA/Public Domain

Un «meta-database» paneuropeo dell'arte razziata. Il Parlamento europeo ha fatto appello alla Commissione Europea affinché siano agevolate giuridicamente le restituzioni di opere d'arte e beni culturali razziati in guerre e conflitti armati. Una risoluzione approvata dal Parlamento europeo il 17 gennaio si riferisce all'arte depredata in epoca coloniale, nel periodo nazista e in occasione dei recenti conflitti in Medioriente. Questo documento propone tra l'altro l'istituzione di un «meta-database» paneuropeo dell'arte razziata. [The Art Newspaper]

Addio a un'icona pop. Da Fendi ad Armani, da Chanel a Viard, tutti ricordano nel giorno della scomparsa lo stilista tedesco Karl Lagerfeld (1933-2019). Oltre a un immenso patrimonio di disegni, schizzi e bozzetti, lascia una preziosa biblioteca di 300mila volumi. [La Stampa]

Il «Salvator Mundi» accanto alla Gioconda? Il consulente del Louvre Jacques Franck, alla notizia che il Louvre spera di poter esporre il «Salvator Mundi» a fianco della «Gioconda», esprime i suoi dubbi: forse, finché non sarà assolutamente certo che sono opere dello stesso autore, sarebbe meglio evitare simili iniziative. [la Repubblica]

Opere d'arte come testimonial del museo. Per migliorare la sua immagine nei confronti del pubblico, soprattutto quello proveniente dall'estero, il Centre Pompidou di Parigi ha avviato un percorso di riflessione per scegliere quali opere della sua grande collezione sono le più idonee a rappresentarlo. [Libération]

Poca trasparenza ad Arco. Dopo le indagini partite dalla denuncia del 2016 della Galleria «My name is Lolita» di Madrid, un tribunale spagnolo è giunto alla conclusione che c'è una mancanza di uguaglianza e di trasparenza nel processo di selezione delle 150 gallerie partecipanti ad Arco, la fiera internazionale d'arte contemporanea di Madrid. [El País]

Dove sono finite le opere della Repubblica? Dopo vent'anni dedicati al conteggio e alla catalogazione dei depositi nazionali, delle manifatture Sèvres e del Centro Nazionale per le Arti Visive (CNAP) in migliaia di ministeri, ambasciate, municipi o prefetture, il verdetto della Commissione di indagine è gravissimo: quasi il 10% di poltrone, tavoli, tappeti, bronzi, piatti e dipinti è scomparso dai radar. [Le Figaro]

Chipperfield chiamato alla Royal Academy. La recente donazione di 10 milioni di sterline permette alla Royal Academy di richiamare l'archistar David Chipperfield a lavorare, in collaborazione con Julian Harrap, al rinnovamento dell'edificio della scuola d'arte dell'istituto. I lavori dovrebbero cominciare nel 2021. [Frankfurter AZ]

Lo stile italiano invade Parigi. Da Cassina a De Padova, da Missoni a Giorgetti, una pagina di «Le Monde» presenta l'«assalto» a Parigi da parte dei grandi nomi del design italiano. [Le Monde]

Ricreare l'atmosfera Freudiana. Per vent'anni assistente di Lucian Freud, David Dawson spiega in un'intervista il peso della responsabilità di curare la grande retrospettiva che dal prossimo ottobre la Royal Academy di Londra dedicherà al pittore inglese. [Frankfurter AZ]

Ruggini patriottiche tra Francia e Gran Bretagna. Gli abitanti della zona dove sta sorgendo il memoriale del D-Day non sono così entusiasti di vedere su territorio francese un monumento dedicato a soldati britannici. [The Times]

L'arte contemporanea ricomincia a rendere. Secondo un'indagine di «Artprice», il 2018 è stato un punto di svolta per il mercato dell'arte contemporanea (che rappresenta circa il 14% del fatturato globale): per la prima volta dalla crisi del 2008 infatti le vendite sono tornare in positivo. [Il Giornale]

Kartell, 70 anni di design. Il prossimo 10 aprile a Palazzo Reale di Milano si terranno le celebrazioni per i 70 anni del marchio di design Kartell, con uno speciale allestimento che farà «sposare l'arte e la plastica». [Corriere della Sera]

Un museo retto dagli algoritmi. Un servizio dell'inserto «Tutto Scienze» spiega chi sono i designer delle esperienze ad alta tecnologia protagonisti del nuovo M9 di Mestre, il museo digitale interamente dedicato al Novecento. [La Stampa]

Da chi era abitato il Tamigi del Neolitico. Recenti ritrovamenti archeologici sotto il fango del Tamigi permettono di scoprire diverse novità sui «londinesi» del 3800 a.C. [The Times]

Redazione, edizione online, 20 febbraio 2019


Ricerca


GDA marzo 2019

Vernissage marzo 2019

Il Giornale delle Mostre online

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012