Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 11 dicembre 2018

La contesa sul papiro di Artemidoro | Riaperta la Casa di Anna Frank | Il 2019 della Galleria degli Uffizi | La giornata in 11 notizie

Luciano Canfora e Salvatore Settis

Sul papiro di Artemidoro continua lo scontro Canfora-Settis. Non sono tardate le reazioni all'annuncio di ieri, da parte del questore di Torino Armando Spataro, della conclusione della sua indagine sul cosiddetto «papiro di Artemidoro», un manoscritto del I secolo acquistato nel 2004 dalla Fondazione per l'Arte della Compagnia di San Paolo per 2,75 milioni di euro. Secondo Spataro il papiro è una falsificazione databile a 200 anni fa. «La filologia questa volta celebra il suo trionfo, grazie a un'analisi linguistica, sintattica e contenutistica», ha dichiarato il grecista Luciano Canfora, da sempre scettico sull'autenticità del documento. «Per me conta solo la verità storica», risponde il professor Salvatore Settis, che invece aveva a suo tempo avallato l'acquisto della Fondazione. «Io la conosco, perché ho studiato a fondo il papiro. E ribadisco che non è un falso». [La Stampa]

Amsterdam, riaperta la Casa di Anna Frank. Lo scorso 21 novembre ha riaperto ad Amsterdam dopo due anni di lavori di ristrutturazione, costati 12 milioni di euro, la Casa di Anna Frank, una delle principali attrazioni turistiche della città, con 1,2 milioni di visitatori l'anno. [Le Monde]

Agli Uffizi nel 2019 Cosimo I, Kiki Smith, Tony Cragg e l'Aretino. Sono state annunciate ieri a Firenze dal direttore della Galleria degli Uffizi Eike Schmidt le 15 mostre ospitate dalla Galleria degli Uffizi nel corso del 2019. Tra i titoli in programma, tre esposizioni ruotano intorno alla figura di Cosimo I de' Medici, del quale ricorre il prossimo anno il cinquecentenario della nascita. A marzo vi sarà una personale di Kiki Smith e una mostra dedicata al mondo delle donne e intitolata «Lessico femminile». A seguire un allestimento sulle feste e sui carnevali barocchi, uno di opere di Antony Gormley (nell'Aula Magliabechiana) e uno di Tony Cragg (nel Giardino di Boboli). Infine una monografica sui soffitti lignei rinascimentali e una grande mostra su «Pietro Aretino e l'arte del Rinascimento», con un centinaio tra dipinti, sculture, arazzi e miniature. [Ansa]

Con i soldi dei privati, il Prado si compra un Vouet. Grazie alle donazioni private, il Museo del Prado ha raccolto 200mila euro per acquistare «Ritratto di bambina con colomba», di Simon Vouet. La colletta ha risposto alla prima campagna di micromecenatismo del museo madrileno. Hanno risposto, con un contributo da 5 a 20 euro, quasi 5mila persone; con uno tra 20 e 100 più di mille; e 421 hanno contribuito con una cifra superiore a 100 euro. Le donazioni private hanno fornito l'84% della cifra totale; l'ammontare rimanente è stato versato da imprese che collaborano con l'istituzione. [El País]

Semplice furto o oltraggio alla Shoah? Il presidente dell'associazione culturale Arte e memoria, curatrice del progetto «Pietre d'inciampo» a Roma, denuncia la rimozione di 20 pietre della memoria, dedicate alla famiglia ebrea deportata dei Di Consiglio, dal selciato di via Madonna dei Monti nell'omonimo rione romano. Allo sdegno di politici e comunità ebraica si accompagna un dubbio: si tratta di un semplice furto o di un gesto motivato da odio etnico? [Corriere della Sera]

Così Putin ha riportato Alessandro II a Mosca. Il «Figaro» dedica una pagina alla «strabiliante» strategia legale con cui la Federazione Russa lo scorso novembre è riuscita a riportare in madre patria due reliquie dello zar Alessandro II, che erano conservate presso l'Associazione culturale ortodossa russa di Nizza. [Le Figaro]

Nuovi ingressi nelle collezioni dei musei inglesi. Un ritratto di Giovanni Battista Belzoni, l'avventuriero italiano che all'inizio del XIX secolo aiutò gli inglesi a sottrarre numerosi reperti egiziani, è solo una delle 40 opere, dal valore complessivo di 27 milioni di sterline, che sono state appena consegnate ai musei inglesi nell'ambito di un piano governativo per incoraggiare le donazioni culturali con la compensazione delle tasse. [The Times]

I diritti umani hanno una loro bandiera. Ai Weiwei ha ideato, dal suo esilio berlinese, una nuova bandiera per la difesa dei diritti umani, che a suo avviso sono sempre più dimenticati, in una spirale che sta portando indietro la Germania a una condizione analoga a quella che precedette la Seconda Guerra Mondiale. [The Guardian]

Le splendide notti invernali di Lione. Il «Guardian» dedica un servizio alla «Fête des Lumières» di Lione, il più grande festival luci d'artista del mondo, che come ogni anno si è svolto per quattro giorni a dicembre, attraendo visitatori da tutto il mondo. [The Guardian]

Festino in cima alla Piramide. Una coppia di turisti danesi ha diffuso in rete un filmato che documenta la loro scalata, dopo l'orario di chiusura, della Piramide di Cheope, sulla quale hanno passato la notte come se fossero in una camera d'albergo. L'episodio ha suscitato grande indignazione sia per l'oltraggio al monumento sia per la mancanza di rispetto delle credenze musulmane. [il Messaggero]

A Milano non è più Tempo di Libri. L'Associazione degli editori italiani congela per un anno la fiera milanese «Tempo di Libri»: a causa dei gravi ritardi nell'organizzazione, l'edizione del 2019 non si farà, e si comincia a lavorare per il 2020. [la Repubblica]

Redazione, edizione online, 11 dicembre 2018


Ricerca


GDA luglio/agosto 2019

Vernissage luglio/agosto 2019

Il Giornale delle Mostre online luglio/agosto 2019

Ministero luglio 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Calabria 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Vedere in Trentino luglio 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012