Giorno per giorno nell'arte | VENEZIA ACQUA ALTA | 15 novembre 2019

Chiusa piazza San Marco. Acqua alta a 160 cm. È allagato il 70% del centro storico. Sono stati sospesi tutti i servizi di navigazione dell'Actv

L'«acqua alta» a Venezia di fronte a San Marco
Redazione |

Torna la paura in Laguna. A Venezia sono tornate a suonare le sirene d'allarme. È stata chiusa piazza San Marco, invasa dall'acqua. La previsione di 150 cm è stata ritoccata al rialzo, ai 160. È allagato il 70% del centro storico. Sono stati sospesi tutti i servizi di navigazione dell'Actv. Intanto la città è senza pane per due giorni. Chiusi i negozi, le scuole e le banche. Il leader della Lega Salvini e il governatore del Veneto Zaia ispezionano la città. Mentre il premier Giuseppe Conte sta valutando se dare poteri straordinari al Sindaco, piovono critiche sugli sprechi e le inefficienze legate al Mose, e partono le pubbliche raccolte di fondi, con Silvio Berlusconi che invita i magnati di tutto il mondo a contribuire generosamente, come è stato fatto sette mesi fa per il rogo di Notre-Dame a Parigi. La ministra De Micheli sul Mose: «Obiettivo è averlo pronto nel 2021».

Aggiornamento del 15
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Redazione